ALLEN & HEATH XONE 96

Allen & Heath XONE 96 ridefinisce lo standard dei mixer analogici per DJ e Club integrando una doppia interfaccia audio USB a 32-bit/96kHz (12 In/12 Out) per il collegamento contemporaneo di più computer, supportata per l'utilizzo con vinili timecode dal software TRAKTOR Scratch. Quattro canali commutabili phono/line/USB1 e USB2 con eq 4 bande, due (A e B) canali mic/line con EQ semi-parametrico e due ingressi line stereo (C e D). I due immancabili filtri multimodo analogici con risonanza sono affiancati dal saturatore "CRUNCH".

Allen & Heath si è divertita nella presentazione di questo mixer che rappresenta al momento il top nel catalogo della serie analogica. Come molti di voi sapranno, la famiglia XONE si compone sia di mixer analogici, sia di mixer digitali con la serie DB che include i modelli DB2 e il non plus ultra DB4 (clicca qui per le recensioni). Giocando sul nome del modello, si è deciso di lanciare il mixer alle ore 9,06 di Sabato 9 Giugno (09/06). Come da tradizione XONE, prima del lancio ufficiale sul mercato e dopo un periodo di test ristretto ad una cerchia di collaboratori, partner e DJ internazionali, il prodotto è stato testato sul campo in eventi importanti, primo su tutti il Movement Festival di Detroit (USA) tenutosi a fine Maggio, che ha visto numerosi artisti muovere i fader dello XONE:96, tra cui vi cito: Seth Troxler, Eats Everything e Joseph Capriati. Quest’ultimo lo ha inoltre utilizzato al Circoloco - DC10 di Ibiza, isola dove questo nuovo mixer sta dando il meglio di sé visto che anche il grande Sven Väth si è esibito su uno XONE:96 durante il suo party Cocoon presso il Pacha. Maceo Plex lo ha utilizzato al Motion di Bristol. In più, ad inizio Maggio – come vi avevo anticipato in questo mio video dal Music Inside Rimini (clicca qui) - la Native Instruments ha rilasciato l’update gratuito del software Traktor Scratch che apriva le porte al controllo da vinili timecode per tutti i mixer XONE con interfaccia audio integrata. Effettuando una ricerca all’interno del codice aggiornato del software erano ben visibili le due interfacce “A” e “B” per il nuovo XONE:96. Sui vari Social Network si è subito scatenata la condivisione e l’interazione con l’utenza. Come sempre immancabili le affermazioni non veritiere e prive di fonte certa... che lo davano come sostituto dello XONE:92, cosa non vera dato che il 92 rimarrà a catalogo come prodotto subalterno rispetto allo XONE:96, il quale si distingue per alcune novità, che mi appresto ad illustrarvi in questo mio articolo. 

SEGUIMI SU FACEBOOK PER RESTARE AGGIORNATO

I CHANNEL STRIP E GLI INGRESSI
Allen & Heath presenta lo XONE:96 come mixer a 6+2 canali, in quanto dotato dei 4 canonici canali principali per un mixer da DJ e club più i classici A e B (ecco spiegato il 6) ai quali se ne affiancano altri due: C e D. Gli ultimi due canali elencati sono una novità per la serie XONE, ma non per chi conosce e/o utilizza il Playdifferently Model:1 (clicca qui per la mia recensione). I canali C e D sono usufruibili mediante gli appositi ingressi Jack da ¼” sbilanciati che operano a livello di linea presenti nel pannello posteriore e sono gestibili attraverso l’apposita sezione collocata sulla plancia (in testa al filtro 1) nella quale, per ciascuno di essi, troviamo i pulsanti on/off, i controlli di volume e i pulsanti per l’invio al preascolto in cuffia. Gli ultimi sono circondati da un LED di colore rosso che ne segnala l’attivazione, mentre il pulsante On/Off dispone di un LED verde centrale. Il potenziometro rotativo del volume dei canali C e D ha un range operativo che va da infinito (niente segnale) fino a +10dB rispetto al livello originale del segnale in ingresso. Un indicatore a LED bi-colore, variabile in base all’intensità del livello del segnale in ingresso, permette il monitoraggio visivo: verde (normale presenza del segnale), rosso (distorsione). XONE 96 l'EQ con medi semi parametrici dei CANALI A e Bcanali A e B non sono una novità, in quanto adottati anche nel 92. Ciò che li distingue dal modello subalterno è la presenza di un nuovo equalizzatore e di un commutatore a scatti che consente di prelevare il segnale da trattare selezionandolo tra le differenti opzioni: ingresso microfonico “A” (connettore XLR femmina), ingresso line (Return A), uscita 9/10 del computer connesso all’interfaccia USB 1, oppure uscita 9/10 del computer connesso all’USB 2 per il canale “A”; mentre sul canale “B” abbiamo ingresso microfonico “B” (connettore XLR femmina), ingresso line (Return B), uscita 11/12 del computer connesso all’interfaccia USB 1, oppure uscita 11/12 del computer connesso all’USB 2. Il channel strip dei canali A e B, oltre al fader e il LED meter di cui vi parlo più avanti, ospita la sezione eq dove ha sede il nuovo equalizzatore asimmetrico per le basse (180Hz) e le alte (3kHz) con capacità di attenuazione maggiore (Kill) rispetto all’enfatizzazione (+6dB), mentre sulle medie troviamo un semi-parametrico con frequenza impostabile dai 190 ai 2750Hz e il relativo controllo di guadagno impostabile dai -24dB ai +10dB. A chiudere la dotazione dei channel strip dei canali A e B troviamo il classico potenziometro “Gain” per la regolazione del gain staging (ottimizzazione del livello della sorgente in ingresso) e il LED “PK” che segnala eventuali saturazioni del circuito.

i 4 canali numerati phono/line/USB1 e USB2I 4 canali stereo “numerati” mantengono pressoché inalterate le funzioni rispetto a quanto siamo stati abituati con il 92. Questi canali dispongono anch’essi di un commutatore di ingresso a scatti che consente di selezionare quale degli ingressi analogici (phono o line) o digitali provenienti dalle uscite dai computer (USB 1 o USB 2) connessi via USB di cui vi parlerò nel capitolo dedicato. Subito dopo il commutatore troviamo il potenziometro GAIN (infinito/+10dB) e il LED “PK” che ci indicherà eventuali distorsioni, e poi a scendere l’eq a 4 bande con guadagno regolabile da KILL a +6dB sulle alte (3kHz) e basse (180Hz), -27dB/+10dB sulle medio basse (350Hz) e sulle medio alte (1.1kHz). Ogni canale dall’1 al 4 ospita sul retro connessioni RCA stereo di tipo line e phono separate. 2 sono i bulloncini con il rispettivo morsetto avvitabile per il collegamento degli eventuali cavetti di massa presenti in alcuni giradischi. Gli ingressi phono sono stati ottimizzati rispetto al 92 e offrono 6dB aggiuntivi di preamplificazione.

Gli ingressi Jack dei canali A, B, C e D sono stereo (L e R), ma all’occorrenza utilizzabili anche con sorgenti mono (molti synth analogici, ad esempio); basterà collegare l’uscita dello strumento al solo ingresso “L”. Tutti e 6 i canali (A, B, 1, 2, 3 e 4) dispongono di: meter a 9 LED che ci mostra il livello (da -20dBu a +10dBu) del segnale in ingresso processato dall’eq prima che sia soggetto all’intervento del fader, pulsante per l’invio verso il preascolto in cuffia, due potenziometri (Send 1 e Send 2) per inviare il segnale verso le omonime uscite - di cui vi parlerò più avanti - e dell’interruttore “Filter 1/Filter 2” per l’invio del segnale di ogni singolo canale verso uno dei filtri multimodo integrati nel mixer. I canali “numerati” dispongono inoltre dell’interruttore “X/Y” per l’assegnazione ad uno dei lati del crossfader: X lato sinistro, Y lato destro. I fader VCA dei 6 canali (A, B, 1, 2, 3 e 4) vede l’impiego di una slitta di nuova concezione, progettata appositamente dalla Allen & Heath con un'escursione di 60mm ottimizzata prestando particolare attenzione agli estremi, cioè alla completa chiusura e apertura del segnale presente nel canale, oltre che alla durevolezza. Come nello XONE:92, i cap dei fader dei 4 canali numerati dello XONE:96 si distinguono da quelli presenti sui canali A e B in quanto più alti e affusolati, per garantire una miglior presa durante le performance che richiedono rapidi e costanti movimenti della slitta. 3 sono le differenti curve di apertura/chiusura dei fader verticali disponibili, tra le quali l’utente potrà selezionare quella preferita attraverso l’apposita leva.  

Per acquistare lo XONE:96: clicca qui
DISTRIBUTORE ITALIANO
https://www.ekomusicgroup.com
SITO WEB PRODUTTORE:
 
https://www.allen-heath.com 
I nostri corsi di DJing e Produzione Musicale: clicca qui
I servizi del nostro studio di registrazione: clicca qui
Per informazioni sull'autore dell'articolo: clicca qui

VIDEO UFFICIALE DI PRESENTAZIONE DELLO XONE:96

IL CROSSFADER iNNOFADER
Rispetto a quello della Penny & Giles presente nello XONE:92, lo XONE:96 monta un crossfader Innofader mini da 45mm eventualmente sostituibile con la versione Pro 2 prodotta dallo stesso brand di proprietà della Audio Innovate del grande Elliot Marx. La sostituzione del crossfader può essere fatta direttamente dall’utente, senza invalidare la garanzia. 3 sono le impostazioni di dissolvenza per il crossfader tra le quali l’utente può scegliere quella da utilizzare a seconda delle necessità che si verificheranno durante la sua performance. Come vedremo nel capitolo dedicato all’implementazione MIDI, il crossfader dello XONE:96 quando impostato in modalità lineare trasmette via USB e MIDI OUT (DIN) un messaggio di Control Change; ottimo quindi anche per chi mixa video nei software dedicati (Virtual DJ, ad esempio).

Per acquistare lo XONE:96: clicca qui
DISTRIBUTORE ITALIANO
https://www.ekomusicgroup.com
SITO WEB PRODUTTORE:
 
https://www.allen-heath.com 
I nostri corsi di DJing e Produzione Musicale: clicca qui
I servizi del nostro studio di registrazione: clicca qui
Per informazioni sull'autore dell'articolo: clicca qui

I FILTRI & IL CRUNCH
Il filtro multimodo è da sempre l’elemento distintivo della serie XONE, sin dal suo esordio circa 20 anni orsono, quando il 464 e il 62 entrarono di prepotenza nel mondo dei club ridisegnando lo standard dei mixer per DJ (clicca qui per leggere la mia recensione), poi affermatosi con il 92. Lo XONE:96 rispetta il tradizionale filtro VCF (analogico) multimodo impostabile dall’utente mediante gli appositi pulsanti in modo passa basso, passa banda, o passa alto e fornito di  controlli di cutoff e risonanza indipendenti, ma abbandona la modulazione a mezzo di LFO disponibile nel 92, in quanto utilizzata da una percentuale molto bassa di DJ e spesso non compresa. Due sono i filtri indipendenti, assegnabili ai 6 canali “verticali” del mixer mediante il tradizionale switch a leva. Novità per la serie XONE - che trae ispirazione dal circuito feedback implementato nei preamp del MODEL:1 - è la presenza di un nuovo potenziometro CRUNCH collocato in testa ai due filtri. Si tratta di un controllo che ci consente di introdurre distorsione armonica analogica al segnale audio indirizzato in ingresso al filtro (pre-filter). 

FOTO GALLERY ALLEN & HEATH XONE 96: ELEMENTI

Click to enlarge image allen-heath-xone96-2-porte-usb.jpg

Allen & Heath XONE:96: le due porte USB di tipo B dell'interfaccia audio a 32-bit/96kHz 12 ingressi e 12 uscite (6In/6Out stereo)


I DUE BUS DI PREASCOLTO
Come molti addetti ai lavori, service e installatori possono confermare, lo XONE:92 è spesso richiesto nei festival e negli eventi che vedono numerosi DJ alternarsi alla console nella stessa serata. Sulla base di questo e dato che una delle funzioni più apprezzate del MODEL:1 è la presenza di due sezioni di preascolto indipendenti, la Allen & Heath ha deciso di introdurre nel nuovo modello un secondo BUS di preascolto. Oltre alla classica sezione “Monitor” sita sulla destra della plancia del mixer a cui ci aveva abituato il 92, ecco apparirne un’altra denominata “Phones 2” collocata in basso sul lato opposto. Quest’ultima consta di tre potenziometri: uno a scatti per selezionare quale degli 8 canali o il Master monitorare in cuffia, l’ormai onnipresente rotativo CUE/MST, per l’ascolto miscelato in cuffia del canale in preascolto e di quello master, e il controllo di volume. La sezione Monitor principale (chiamiamola CUE A per comodità) funziona invece in modo tradizionale riproducendo tramite l’uscita cuffia il segnale dei canali sui quali è attivo il tasto “CUE”. Due pulsanti Pre/Post Eq Split Cue ci consentono rispettivamente di decidere se ascoltare in cuffia il segnale prima o dopo il suo passaggio nell’equalizzatore e di dividere il Master su un padiglione e il CUE sull’altro. Le due sezioni di preascolto sono completamente indipendenti e in entrambe sono disponibili uscite cuffia nei formati jack (1/4”) e mini-jack (1/8”). Questa caratteristica accoppiata alla doppia interfaccia USB proietta lo XONE:96 a standard attuale per le console internazionali.

LA DOPPIA INTERFACCIA AUDIO: LE DUE PRESE USB 
DUE INTERFACCE AUDIOLo XONE:96 offre sul retro due porte USB di tipo B, che consentono il collegamento e l’utilizzo in contemporanea di due computer PC e/o Mac. La risoluzione dei convertitori A/D e D/A delle interfacce audio è di 32-bit/96kHz. Ciascuna interfaccia offre 12 ingressi e altrettante uscite, per un totale di 6 ingressi e 6 uscite audio stereo che si aggiungeranno ai computer collegati. Per gli utenti di computer Apple MacOS non è necessaria l’installazione di driver, in quanto i chip USB integrati sono Core Audio e MIDI compliant. Ogni ingresso audio analogico dei canali da 1 a 4 trasmette separatamente e direttamente via USB il segnale ai computer collegati, occupando quindi 4 delle 6 uscite stereo che i computer visualizzeranno come ingressi. Gli ingressi USB 9/10 e 11/12 ricevono rispettivamente il segnale inviato alla mandata 1 (Send 1) e il Master. In alternativa, premendo l’apposito pulsante (USB 11/12: MST/SEND2) sito sulla plancia in prossimità della sezione Master, sarà possibile dirottare all’ingresso USB 11/12 del nostro computer il segnale da noi indirizzato al Send 2. Le uscite audio che visualizzeremo sul computer (gli ingressi per il mixer) confluiscono rispettivamente: 1/2 canale 1, 3/4 canale 2, 5/6 canale 3, 7/8 canale 4, 9/10 canale A, 11/12 canale B. Nel pannello posteriore dello XONE:96, sui canali da 1 a 4 troviamo un apposito pulsante per selezionare da quale ingresso (phono o line) prelevare il segnale da registrare su computer oppure da utilizzare come sorgente per il modo DVS timecode. Come accennato nell’introduzione, il mixer Allen & Heath XONE:96 è supportato dal software Traktor Scratch per l’uso con vinili timecode, dal quale verrà riconosciuto automaticamente senza richiedere alcun tipo di configurazione manuale da parte dell’utente. Per poter utilizzare lo XONE:96 in modo DVS con Traktor devo ricordarvi che è necessario possedere la versione Traktor Scratch (release 2.11.3 o successive): NON basta Traktor “normale”. Se possiedi una licenza “normale” di Traktor (non Scratch) dovrai procedere all’acquisto del TIMECODE KIT (clicca qui). Si tratta di un pacchetto che include l'upgrade e i vinili di controllo. Relativamente alla doppia interfaccia USB devo per onestà intellettuale segnalare ai meno attenti, che spesso attribuiscono erroneamente la paternità di funzioni e tecnologie esclusivamente ai produttori a loro noti, che la presenza di due porte USB di tipo “B”, che permettono di utilizzare due computer in contemporanea è stato uno dei tanti “First” dell’azienda Americana Numark, introdotto per la prima volta in un progetto presentato al pubblico nel 2010: il mixer X7(clicca qui per info).

Per acquistare lo XONE:96: clicca qui
DISTRIBUTORE ITALIANO
https://www.ekomusicgroup.com
SITO WEB PRODUTTORE:
 
https://www.allen-heath.com 
I nostri corsi di DJing e Produzione Musicale: clicca qui
I servizi del nostro studio di registrazione: clicca qui
Per informazioni sull'autore dell'articolo: clicca qui

LE USCITE AUDIO DELLO XONE:96
Pannello posteriore connessioni XONE 96Come tutti i mixer Allen & Heath dedicati al mondo DJ, anche questo modello non lesina certo di uscite. Due sono quelle Master indipendenti, cioè con gestione del volume separato, di cui la Master 1 disponibile su connettori XLR (maschio) e quella Master 2 su prese femmina Jack da ¼” di tipo TRS. Entrambe le coppie di uscite sono bilanciate. Immancabile l’uscita Booth con controllo di volume dedicato e indipendente alla quale collegheremo un sistema di ascolto in prossimità (casse spia), qui disponibile su connettori Jack da 1/4” TRS (bilanciati). Sui controlli dell’uscita Booth emerge l’influenza del Model:1 (clicca qui per la mia recensione), dal quale deriva l’idea dell’equalizzatore, che in questo caso vede però l’introduzione della banda media. Nei controlli dedicati all’uscita booth presenti sul pannello troviamo quindi un eq a 3 bande, di cui ciascuna capace di incremento/decremento di +/-8dB. Come nel :92 detta sezione include un pulsante per l’attivazione della somma mono, da utilizzarsi quando vi è un solo diffusore collegato, e un pulsante mute (di dimensioni più ampie). Il Record Out disponibile su connettori RCA stereo (L e R) trasmette in uscita il segnale prima che venga modificato dal controllo di volume Master e serve per il collegamento verso un registratore hardware. Le connessioni Insert sull’uscita Master, già viste nello XONE:PX5 (clicca qui per consultare la mia recensione) comprendono un’uscita stereo (Send) e un ingresso stereo (Return) su connettori jack da ¼”, di tipo TRS (bilanciati) per l’uscita, sbilanciati (TS) per il ritorno. Grazie a questo punto di insert, attraverso l’uscita “Send” potremo estrarre il segnale prima che sia soggetto al controllo di volume Master, prima che esca dal mixer quindi, per inviarlo in ingresso ad un processore di segnale esterno, come processori di dinamica quali limiter o compressore, equalizzatori, filtri, etc.. Dall’uscita del processore potremo rientrare nell’Insert Return del mixer per uscire normalmente verso il nostro impianto di diffusione audio dalle uscite Master 1, Master 2 e Booth. Le uscite Send sono bilanciate (TRS) su prese Jack da ¼”, utilizzabili in configurazione stereo (L e R) oppure mono (L). Per inviare il segnale dei canali a queste uscite basta utilizzare gli omonimi potenziometri presenti in testa ai channel strip. Il Send 2 opera nel modo “post” fader, mentre il Send 1 è configurabile dall’utente su ciascun canale in modo “pre”, o “post” fader mediante l’apposito tasto. Un pulsante sito in prossimità delle uscite “Send 1” consente di configurare l’impedenza della medesima e dell’ingresso “Return 1” in modo Line, oppure HiZ; quest’ultima impostazione consente di utilizzare pedalini per chitarre o processori di effetto vintage. Nello XONE:96 vi è un’ulteriore uscita denominata  "AUDIO SYNC OUT" su connettore mini jack da 1/8” (3.5mm) utilizzabile come ulteriore Record Out, nonché per eventuali futuri accessori che verranno prodotti dalla Allen & Heath… Relativamente alle uscite via USB del Mixer, cioè quelle che il computer vede come ingressi, ve ne ho già parlato nel capitolo dedicato alla doppia interfaccia audio. 

IMPLEMENTAZIONE MIDI
Il mixer Allen & Heath XONE:96 trasmette messaggi di controllo MIDI da alcuni potenziometri, pulsanti e fader. I dati MIDI generati vengono trasmessi via USB al computer e, contemporaneamente, verso eventuale hardware MIDI connesso all’uscita DIN. Ad esempio, i quattro fader dei canali “numerati” trasmettono nell’ordine (dall’1 al 4) i control change 0, 1, 2 e 3; il crossfader il CC 4. I pulsanti CUE presenti sui singoli canali trasmettono i seguenti messaggi On/Off di nota MIDI: C1, C#-1, D-1, Eb-1, E-1, F-1, F#-1 e G-1. NB: l’ordine dell’elenco dei messaggi di nota parte dal canale 1 al 4 e prosegue con quelli dall’A al D. I pulsanti ON/Off dei canali C e D trasmettono rispettivamente le note G#-1 e A-1. Ai pulsanti per la selezione della tipologia di filtro sono invece stati assegnati i seguenti messaggi di nota: Bb-1 (HPF del filtro 1), B-1 (BPF del filtro 1), C0 (LPF del filtro 1), D0 (HPF del filtro 2), Eb0 (BPF del filtro 2), E0 (LPF del filtro 2). Quello On/Off del filtro 1 trasmette la nota C#0, quello del filtro 2 il FA dell’ottava 0. La pressione del tasto “Booth Mute” genera la nota FA#0. Il selettore del canale disponibile sul bus di preascolto “B” genera per ciascuna delle 9 posizioni assumibili (da Master a D) le seguenti note MIDI: G 2, G# 2, A 2, Bb 2, B 2, C 3, C# 3, D 3, Eb 3. I potenziometri a scatto dei commutatori di canale riproducono una nota MIDI per ogni posizione, per questo ve li elenco sotto forma di tabella:

Commutatore

Posizione USB1

Posizione Phono

Posizione Line

Posizione USB2

Canale 1

G 0

G# 0

A 0

Bb 0

Canale 2

B 0

C 1

C# 1

D 1

Canale 3

E 1

Eb1

F1

F#1

Canale 4

G1

G#1

A1

Bb1

Commutatore

USB1

Mic

Return

USB2

Canale A

B1

C2

C#2

D2

Canale B

Eb 2

E 2

F 2

F# 2

I due pulsanti “MIDI 1” e “MIDI 2” permettono di attivare/disattivare la trasmissione di dati MIDI dal mixer verso le due porte USB. Queste impostazioni non influenzano la trasmissione di segnale verso il MIDI OUT DIN e i dati scambiati tra USB 1 e USB 2. Il canale MIDI di trasmissione può essere cambiato mediante una procedura (non ancora resa nota) attuabile all’accensione. XONE:96 trasmette MIDI CLOCK sia via USB sia dall’uscita DIN pentapolare. In aggiunta all’interfaccia audio, lo XONE:96 offre anche un’interessante potenzialità come controller MIDI, specie per i set-up ibridi che vedono più software (Ableton Live, Traktor, etc.) e/o hardware MIDI compatibili (synth, sampler, drum machine) operare contemporeamente nella stessa performance. Non spaventatevi per l’elenco di messaggi MIDI, grazie alle funzioni MIDI Learn presenti ormai in tutti i software per DJ e Producer non dovrete curarvene, se non per evitare e/o risolvere eventuali conflitti. 

Allen & Heath XONE:96 si presenta con dimensioni di 33,6x41x10,9cm e un peso di 7KG. Disponibile indicativamente ad Agosto 2018 ad un prezzo di €1799 Euro. Il mixer è installabile a rack acquistando il kit opzionale X:96-RKX. Non sono previste versioni rotative.

Per acquistare lo XONE:96: clicca qui
DISTRIBUTORE ITALIANO
https://www.ekomusicgroup.com
SITO WEB PRODUTTORE:
 
https://www.allen-heath.com 
I nostri corsi di DJing e Produzione Musicale: clicca qui
I servizi del nostro studio di registrazione: clicca qui
Per informazioni sull'autore dell'articolo: clicca qui

Pubblicato in: Strumenti per DJ, DJing

Lascia un commento

Per info e domande su questo articolo: NON telefonare, NON inviare e-mail. Usa il campo commenti a seguire.



Articoli correlati (da tag)

Sonarworks Reference

sonarworks adv speaker correction

Cubase - Ableton Live - Logic

cbcm ottobre 2018

LOOP, SAMPLES & PLUG-IN

Segui il Titolare su LinkedIn

linkedin-federico-simonazzi-alar

SEGUICI SU FACEBOOK

DAL NOSTRO YOUTUBE

Strumenti per DJ e Producer

adv akai professional midi controller eko

Banner Pubblicitario AdSense

SEGUICI SU TWITTER

Vai all'inizio della pagina

Copyright 1999-2018. All Rights Reserved, Tutti i Diritti Riservati.

Alar's Recording Studio di Simonazzi Federico - Parma - Italy - P.IVA 02115850345

Professionista di cui alla Legge n°4 del 14 gennaio 2013 pubblicata nella GU del 26/01/2013

Produzione/Informazione/Insegnamento in ambito musicale

Our Mission: To spread new technologies in DJs and Musicians Wor(l)ds

Tel/Fax +39 0521258446 - e-mail: studio@alarmusic.com - Web Site: http://www.alarmusic.com

www.corsidj.com - www.corsoabletonlive.com - www.studiodiregistrazione.info - www.studiodiregistrazione.pro

Il materiale presente in questo sito non può essere copiato, duplicato, venduto, o utilizzato in altri documenti, prodotti, ecc.

This material may not be sold, duplicated on other websites, incorporated in commercial documents or products, or used for promotional purposes.

Nel nostro sito troverai annunci pubblicitari e/o link pubblicati da terzi, con i quali NON abbiamo nessun rapporto di partnership diretta e/o controllo sugli annunci pubblicati.

Pertanto, quando accedi a siti esterni tramite link, o banner qui pubblicati, noi NON siamo responsabili del contenuto e/o dei servizi, o prodotti da essi offerti.

Per ulteriori informazioni consulta la
Privacy Policy