INTERVISTA: TAY ONE, 16 ANNI DI SKRATCH

tayone_at_gli_originali_190Tayone in 16 anni di scratch ha raccolto importanti vittorie in gare nazionali (campionato ITF ‘97 e ‘98, campionato Vestax 2001) e si è aggiudicato posizionamenti di rilievo in competizioni internazionali (4° al campionato mondiale ITF nel ‘98). Attualmente l'ITF lo interpella come membro di giuria per i campionati in altri paesi europei e per il mondiale. Spiegaci un po' di cosa si compone il tuo parco strumenti? “Ciao, il mio set per i Live è composto da un mixer RANE TTM 57, che mi da la possibilità di usare il mixer per lo scratch contemporaneamente al Serato, in quanto ne fa da interfaccia per il computer, un giradischi NUMARK TTX1, un riverbero, un distorsore, un wha wha e due loop station.” 

 

 

Raccontaci un po' della tua esperienza a "Gli originali":

“Gran bella storia! Ho la possibilità, grazie al maestro Micalizzi e la sua orchestra di remixare con lo scratch pezzi come “Trinity”, tratto dal film "Lo chiamavano trinità", ed altri brani più free-style con l'orchestra. Un'esperienza davvero unica, da non perdere, per info: www.redbullhomegroove.it/glioriginali.”

 

Non posso che confermare, dato che ho partecipato alla serata di presentazione al "Rolling Stone" di Milano e la cosa mi ha davvero entusiasmato. So che non è la tua prima volta in gruppo, e che hai avuto altre esperienze "orchestrali", con gli Alien Army, ad esempio. Parlacene un po'...

“Con Alien Army eravamo una “DJ orchestra”, ma suonare con i musicisti è differente, adesso suono con BUNGALOW ZEN (Skizo e Lorenzo Feliciati, quest'ultimo bassista Romano di gran talento), con i RAJASFUL, Bruno Briscik (contrabasso, violoncello elettrico e tastiere) Feat. Carlo Atti (sax), Fabio Morgera (tromba), Bruce Cox (batteria), e altri jazzisti pazzeschi di Bologna. Una volta ho perfino fatto un live di musica free con i Pas Poli (4 violini, 2 violoncelli, 3 fiati, contrabbasso e vibrafono); ho davvero sempre qualcosa da imparare quando suono con i musicisti, io sono nato come DJ che fa scratch e quando devi intonarti con loro non c'è studio ma solo orecchio.”

 

Riusciresti a spiegare velocemente ai nostri lettori cosa significa "suonare con i giradischi":

“L'intonazione con il giradischi appunto, tramite il pitch di un giradischi come quello del Numark TTX1 si ha la possibilità di rallentare o velocizzare moltissimo il suono. Ad esempio, se mi trovo live con un bassista e sto riproducendo un giro di piano, devo essere esattamente intonato a lui, ma, non avendo la possibilità di suonare note ben precise, devo scegliere ad orecchio quelle che si sposano bene con il giro di basso; è molto difficile ed è una cosa che sta nascendo, quindi non si ha ancora esattamente la conoscenza precisa dello strumento. Credo che il giradischi oltre ad essere un elettrodomestico per ascoltare i dischi è soprattutto uno strumento musicale davvero versatile e originale.”

 

Quando ci incontrammo a Verona mi accennasti ad un tuo album in fase di ultimazione, hai qualche info di più per i nostri lettori?

“Adesso sto terminando 3 album, il primo con BUNGALOW ZEN, un album di musica “Scratchzen” (ride n.d.r.). La direzione musicale di questo disco è da viaggio, salotto, camera da letto, c'è la partecipazione di musicisti bravissimi, di gran esperienza, e del cantante Sean, che hanno suonato sul suono dei giradischi miei e di Skizo. L'album è quasi interamente suonato con i giradischi, ma credimi molte cose non sembrano neanche skrecciate. Le batterie, tranne in 3, 4 pezzi su 14, sono tutte fatte con il giradischi, davvero una gran lavorata. Il secondo con i FLUXER è un progetto mio e del rapper talento CALLISTER (ex 13 bastardi); i suoi rap folli su basi prodotte da me, Casti', Gruff, Skizo, Rajasful e tanti altri. Il terzo “The Stone” con 2Past (DJ e produttore Napoletano), Chico (contrabasso, effetti e tasiere) e BIBO che cura il nostro suono, questo è un album di musica free, si sa da dove si inizia ma non si conosce la fine. Alcuni pezzi durano anche 8 minuti, ci saranno anche due brani con un cantante molto bravo ma ancora non svelo niente per scaramanzia…”

 

Grande Tayone, grazie mille della disponibilità. Cari lettori visitate i link sotto-riportati per conoscere meglio questo artista del piatto con la “A” maiuscola.

Pubblicato in: Speciali & Interviste

Lascia un commento

Per info e domande su questo articolo: NON telefonare, NON inviare e-mail. Usa il campo commenti a seguire.



Articoli correlati (da tag)

Sonarworks Reference

sonarworks adv speaker correction

Cubase - Ableton Live - Logic

cbcm ottobre 2018

LOOP, SAMPLES & PLUG-IN

Segui il Titolare su LinkedIn

linkedin-federico-simonazzi-alar

SEGUICI SU FACEBOOK

DAL NOSTRO YOUTUBE

Strumenti per DJ e Producer

adv akai professional midi controller eko

Banner Pubblicitario AdSense

SEGUICI SU TWITTER

Vai all'inizio della pagina

Copyright 1999-2018. All Rights Reserved, Tutti i Diritti Riservati.

Alar's Recording Studio di Simonazzi Federico - Parma - Italy - P.IVA 02115850345

Professionista di cui alla Legge n°4 del 14 gennaio 2013 pubblicata nella GU del 26/01/2013

Produzione/Informazione/Insegnamento in ambito musicale

Our Mission: To spread new technologies in DJs and Musicians Wor(l)ds

Tel/Fax +39 0521258446 - e-mail: studio@alarmusic.com - Web Site: http://www.alarmusic.com

www.corsidj.com - www.corsoabletonlive.com - www.studiodiregistrazione.info - www.studiodiregistrazione.pro

Il materiale presente in questo sito non può essere copiato, duplicato, venduto, o utilizzato in altri documenti, prodotti, ecc.

This material may not be sold, duplicated on other websites, incorporated in commercial documents or products, or used for promotional purposes.

Nel nostro sito troverai annunci pubblicitari e/o link pubblicati da terzi, con i quali NON abbiamo nessun rapporto di partnership diretta e/o controllo sugli annunci pubblicati.

Pertanto, quando accedi a siti esterni tramite link, o banner qui pubblicati, noi NON siamo responsabili del contenuto e/o dei servizi, o prodotti da essi offerti.

Per ulteriori informazioni consulta la
Privacy Policy