NUMARK SCRATCH DJ MIXER, SCHEDA AUDIO, CONTROLLER

Numark Scratch Mixer è un mixer professionale per DJ con scheda audio DVS integrata e funzioni MIDI Controller

Numark torna sul mercato dei mixer professionali per DJ con Scratch, un mixer a due canali interamente digitale basato su un DSP a 32 bit in virgola fissa, con conversione AD/DA a 24bit/48kHz, equipaggiato di un’interfaccia audio su porta USB 2.0 e di funzioni MIDI controller supportato nativamente dal software Serato DJ PRO per l’uso DVS (con vinili time code), ma universalmente compatibile con tutti i software di mixaggio per DJ. Numark Scratch si presenta con un layout molto intuitivo con i due channel strip che si compongono di un fader con una corsa da 5cm molto fluida, una leva “On/Hold” per la gestione degli effetti affiancata dal potenziometro “Loop” entrambi operanti esclusivamente come MIDI controller quindi non direttamente sul segnale audio, un eq a tre bande configurato in modo tradizionale (bassi e alti shelving, medi a campana larga) con un range che va da “Kill” a +6dB, un potenziometro gain che agisce in modo classico (pre-fader e pre-eq) e un’ampia manopola dal diametro di 1,6cm destinata al controllo del filtro. Questa agisce anche in modalità audio su sorgenti line e phono, come passa basso quando la si ruota in senso antiorario, come passa alto se ruotata in senso orario. Il filtro integrato sui canali audio è preciso e lineare nel suo intervento, con una risonanza molto leggera che segue il punto di roll-off. Tutti i potenziometri elencati finora offrono un bello scatto centrale per assicurarci sull’effettiva posizione neutra. In testa ai channel strip, di fianco al gain troviamo il commutatore a due stadi line-phono/PC, che ci consentirà di utilizzare sul rispettivo canale il segnale audio proveniente dai player tradizionali connessi agli ingressi RCA (lettori CD, player multimediali o giradischi), oppure di configurare il canale per trasmettere via USB i messaggi MIDI di Control Change al software di mixaggio. I commutatori phono/line sono posti invece nel pannello posteriore, in prossimità dei relativi ingressi RCA affiancati a loro volta dal bulloncino per la messa a terra dei giradischi. 

FOTO GALLERY NUMARK SCRATCH

Click to enlarge image numark-scratch-canale-microfonico.jpg

Numark Scratch: canale microfono

controlli canale micSulla sinistra della parte alta della plancia troviamo i due controlli dedicati alla gestione del volume e del tono del canale microfonico per il quale l’ingresso, di tipo combo, è situato sul retro. A questo potremo collegare microfoni dinamici, siano essi forniti di cavo con connettore jack da 1/4” o XLR. Importante segnalare che il segnale di detto canale non confluisce nel circuito della scheda audio, ma opera in modo tradizionale trasmettendo direttamente il segnale all’uscita Master. Nell’angolo in alto a destra sulla plancia sono invece collocati i due rotativi per la gestione del preascolto in cuffia: MIX, per miscelare tra segnale CUE e Master, e GAIN per regolarne il volume. Le uscite jack TRS per il collegamento delle cuffie, una da 1/4" e una da 1/8” (mini-jack) trovano sede sulla sinistra del pannello frontale. 

Per l'acquisto del Numark Scratch: http://eko.it/scratch 
Sito web produttorehttps://www.numark.com
Per info sul nostro Corso Base Mix DJ: clicca qui
Per info sui nostri Corsi di Produzione Musicale e DJing: clicca qui
Scopri di più sull'autore della recensione: clicca qui

Master e BoothNella parte alta, al centro della plancia vi sono i controlli di volume separati per l’uscita Master e l’uscita Booth. La prima è disponibile su prese XLR maschio (bilanciate) e RCA (sbilanciate), mentre la seconda solo in formato RCA. Se vuoi saperne di più sui formati di connessione audio consulta la mia guida cliccando qui. Sotto i controlli di volume delle uscite abbiamo la sezione Meter dedicata al monitoraggio visivo del segnale audio, la quale si compone di 4 led meter a 5 segmenti, di cui i due centrali sono dedicati ai canali sinistro e destro del master e gli altri ai due canali di ingresso. Sotto i meter trova sede la sezione dedicata al controllo MIDI degli effetti disponibili all’interno dei software di mixaggio (NON si tratta di effetti integrati nel mixer), composta da 6 pulsanti e un potenziometro oltre alle due leve citate in precedenza di cui vi parlerò più avanti. La sezione degli slider è separata rispetto all’area dell’eq e altri controlli dagli 8 pad ai quali dedicherò un capitolo più avanti. La plancia, sulla quale la serigrafia è ben comprensibile con scritte e grafiche di colore bianco, e la scocca sono in ferro verniciato in un nero tendente all’antracite, prodotte con una lamiera sottile che ha permesso di contenere il peso per la massima trasportabilità senza rinunciare alla robustezza. Sotto il mixer è presente un pannellino fissato da 4 viti a stella che permette un accesso diretto ed estremamente comodo al crossfader per un’eventuale sostituzione. Il crossfader implementato di fabbrica nel mixer Numark Scratch è il noto, resistente e performante Innofader mini. Le regolazioni presenti sulla plancia per quanto riguarda il crossfader sono essenziali e consistono in due interruttori a raso: “Reverse”, per l’Hamster Style, e “Slope” per impostare il taglio del segnale in modo slow fader o fast cut. Ulteriori impostazioni per i fader e il crossfader utilizzati in modo MIDI controller saranno accessibili all’interno dei menù di configurazione dei vostri software di mixaggio. L’area del crossfader risulta libera da eventuali ostacoli che potrebbero condizionare le performance di turntablism.

FOTO GALLERY NUMARK SCRATCH INNOFADER MINI

Visto che i potenziometri rotativi dei channel strip trasmettono messaggi MIDI di control change e che nella mappatura di fabbrica per Serato DJ PRO non è stato utilizzato il tasto “Shift” per gestire dagli stessi ulteriori parametri (eccezion fatta per quelli Loop), se volessimo, potremmo procedere alla mappatura manuale mediante MIDI Learn del tasto Shift + i singoli potenziometri. Ad esempio, io ho mappato la combinazione Shift+Gain per gestire il volume dello Slot 1 del Sample Player, Shift+High per controllare il volume dello Slot 2 e così via. Una sola accortezza è necessaria, visto che il potenziometro gestisce anche un altro parametro quando “SHIFT” non è premuto: assicuratevi di riportarlo al valore originario qualora sul canale sia in riproduzione una traccia onde evitare sbalzi di gain o di equalizzazione. 

I 3 MODI PAD: CUE, SAMPLE E ROLL
Performance PadAl centro delle due sezioni da 4 pad posizionati in orizzontale troviamo il pulsante “PAD MODE” sul quale capeggia un led a tre posizioni indicante il modo operativo attivo al momento. I modi sono tre: quello Hot Cue, che ci mette a disposizione 4 punti di CUE per ciascuno dei canali/deck, quello Sample, che vede impiegati tutti gli 8 pad a gestire gli 8 sample slot del banco selezionato all’interno di Serato DJ PRO (di default quello A), e quello Roll nel quale i 4 pad sulla sinistra generano l’omonimo effetto sul deck “1” di Serato DJ PRO, mentre quelli sulla destra lo applicano sul deck “2”. Il Roll, come molti di voi sapranno già, è un loop momentaneo che rimane attivo finché si mantiene premuto il pad, quindi che contestualmente alla pressione di un pad imposta contemporaneamente il punto di loop in, quello di loop out e la lunghezza del loop. Per quanto riguarda la lunghezza del loop del modo ROLL, partendo da sinistra il primo dei 4 pad genererà un loop da 1/32, il secondo da 1/16, il terzo da 1/8 e il quarto pad riprodurrà invece un loop da 1/4. 

Per l'acquisto del Numark Scratchhttp://eko.it/scratch 
Sito web produttorehttps://www.numark.com
Per info sul nostro Corso Base Mix DJ: clicca qui
Per info sui nostri Corsi di Produzione Musicale e DJing: clicca qui
Scopri di più sull'autore della recensione: clicca qui

POTENZIOMETRI LOOP E FILTER
Filter e LoopCome anticipato, l’ampio potenziometro “Filter” agisce anche sull’audio in ingresso da eventuali sorgenti esterne connesse in phono o line, quindi controllando un filtro che si appoggia al DSP integrato all’interno nel mixer, mentre l’encoder “Loop” è invece solo ed esclusivamente un controllo MIDI. Il rotativo per il controllo del filtro si comporta nel classico modo “macro” a cui ci hanno abituati i channel filter dei controller e mixer per DJ: verso sinistra passa basso, verso destra passa alto con contestuale applicazione di una risonanza che aumenta di intensità in modo proporzionale allo stringersi del range di frequenza rispetto al punto di cut-off. Come visto per i rotativi dell’equalizzatore di canale, anche il potenziometro Filter non prevede nella mappatura di fabbrica un’ulteriore funzione, per questo mediante la combinazione Shift+Filter mi sono mappato il pitch shifting dei due deck, quindi il cambio di intonazione delle tracce in essi caricate. Sentitevi pur liberi di sfruttare questa combinazione per controllare qualsiasi parametro che vi possa servire durante le vostre performance. Anche se il potenziometro “Filter” si presenta con una superficie metallizzata, questo non offre il “touch”, cioè la trasmissione di un ulteriore messaggio di controllo MIDI quando si tocca la parte piana della “testa” come avviene in altri strumenti del catalogo Numark quali l’NS6II (clicca qui per info) e l’NVII(clicca qui per info). I due encoder “Loop” (uno per deck) operano a scatti, la loro corsa è a 360° e sono dotati di funzione pressoria, cioè premendoli si genera il messaggio di nota MIDI D#3. La rotazione dell’encoder in senso orario genera ad ogni scatto la nota MIDI F2, in senso antiorario la nota E2. Detti messaggi verranno trasmessi sul canale MIDI 5 per il deck di sinistra, sul canale MIDI 6 per il deck di destra. Usciamo però da questa parentesi “nerd” per tornare all’uso pratico... Come comprensibile, ruotando questo controllo imposteremo la lunghezza del loop, premendolo attiveremo il loop, ripremendolo nuovamente lo disabiliteremo. Se utilizzato congiuntamente alla pressione del tasto “Shift”, l’encoder “Loop” ci consente altresì di muoverci nel browser di Serato DJ PRO e di caricare le tracce nei deck, ma ve ne parlerò tra poco.

CONTROLLO DEGLI EFFETTI
Sezione controllo effettiLe due leve On/Hold permettono di attivare/disattivare l’effetto selezionato. Quando portata in posizione “On” la leva attiva momentaneamente l’effetto fino a quando non la rilasciamo: una molla la riporterà in posizione centrale (effetto non attivo). La posizione “Hold”, invece, attiva l’effetto fino a quando non la sposteremo di nuovo manualmente. La leva sulla sinistra controlla l’FX1, quella di destra l’FX2 di Serato DJ PRO. Nonostante vi siano due processori distinti chiamati in ballo, la selezione dell’effetto da utilizzare è univoca: l’effetto selezionato verrà caricato sia su FX1, sia su FX2, ovvero rispettivamente sul deck 1 e sul deck 2, almeno che non abbiate modificato le configurazioni di default di Serato DJ PRO o posto in essere assegnazioni custom dei moduli multi-effetto. La selezione dell’effetto è limitata ai 6 algoritmi richiamabili dai pulsanti in gomma retroilluminati da led di colore rosso: Echo, Delay, Flanger, Reverb, V. Echo e Phaser. L’effetto attivo sarà evidenziato dall’accensione del pulsante. Dal potenziometro FX Dry/Wet potremo gestire una macro di parametri, non solo il bilanciamento tra segnale pulito ed effetto. Vista la particolare configurazione dell’interfaccia audio e l’operatività in “Internal Mixer”, tutti gli effetti vengono applicati in modo post fader e post crossfader, permettendoci così di escludere il segnale del canale processato per lasciare la sola coda dell’effetto, senza troncarla. Una configurazione essenziale per poter applicare particolari giochi con gli effetti, in special modo con quelli di riverbero, delay ed eco. Seppur limitato a 6 effetti, il metodo di selezione degli effetti nel Numark Scratch risulta più immediato e intellegibile rispetto all’esteso menù disponibile in Serato DJ PRO, specie se si possiedono tutte le espansioni. Non dobbiamo dimenticarci che Serato DJ PRO e gli altri software di mixaggio ci consentono di collegare controller MIDI aggiuntivi qualora volessimo aver a portata di mano più parametri, nonché di interagire in punta di mouse. 

Per l'acquisto del Numark Scratchhttp://eko.it/scratch 
Sito web produttorehttps://www.numark.com
Per info sul nostro Corso Base Mix DJ: clicca qui
Per info sui nostri Corsi di Produzione Musicale e DJing: clicca qui
Scopri di più sull'autore della recensione: clicca qui

FUNZIONI “NASCOSTE” 
Come in ogni strumento che funge da controller per i software di mixaggio, anche il Numark Scratch mette a disposizione combinazioni di tasti e potenziometri che consentono ai controlli fisici di gestire più funzioni o parametri. Mantenendo premuto il tasto “Shift” mentre interagiamo con i potenziometri “Loop” potremo navigare nel browser di Serato DJ PRO per cercare e caricare le tracce; alla pressione il potenziometro di sinistra ci consente il caricamento nel deck 1, quello di destra nel deck 2. Due pressioni in successione rapida consentono il caricamento della stessa traccia su entrambi i deck per il cosiddetto in gergo “instant double”. 

L’INTERFACCIA AUDIO INTEGRATA E IL MIDI
La scheda audio USB integrata nel Numark Scratch opera a 48kHz/24bit ed è pensata esclusivamente per l’uso in modalità Internal Mixer. Questo significa che le due uscite stereo che si aggiungeranno al nostro computer una volta connesso il mixer via USB confluiranno direttamente all’uscita Master e al canale “CUE” (uscita cuffia) mentre l’audio sarà mixato all’interno del software controllandone i vari parametri (volume, eq, gain, filtro, etc.) esclusivamente via MIDI. 3 sono invece gli ingressi stereo che si aggiungeranno: REC 1, REC 2 e Master. I primi due ricevono direttamente il segnale dai due ingressi RCA presenti nei due canali del mixer, mentre quello Master, com’è semplice intuire ci consentirà di ricevere sul computer il segnale Master per poter così registrare i nostri set includendo nel registrato anche le sorgenti esterne e non solo quanto avviene all’interno del software. REC 1 e REC 2 ci serviranno per l’utilizzo dei vinili time code quando operiamo in modo DVS, in quanto trasmetteranno il segnale di controllo inciso sui vinili ai deck 1 e 2 di Serato DJ PRO, o A e B in Traktor PRO e Virtual DJ

INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE
Chi utilizza il Numark Scratch con MacOS non dovrà preoccuparsi di alcunché, dato che il prodotto è al 100% plug ‘n’ play quindi viene riconosciuto automaticamente dal sistema operativo una volta collegato via USB al computer. Come prassi, in ambiente Windows (7, 8.1 e 10) è invece necessaria l’installazione preventiva dei driver dedicati, i quali sono scaricabili dalla pagina prodotto pubblicata nel sito del produttore (clicca qui). Ulteriore passaggio che consiglio a chi lavora su Windows è quello di non utilizzare - ovvero disabilitare - il Numark Scratch come periferica audio per i suoni del sistema operativo. In pratica, onde evitare conflitti o il mancato riconoscimento da parte del software Serato DJ PRO, è bene fare in modo che i driver non siano occupati da altri applicativi audio. Al di là dei requisiti di sistema richiesti dal mixer, vi ricordo che dovrete verificare che il vostro computer e il sistema operativo rispettino i requisiti richiesti dal software di mixaggio che andrete ad utilizzare. Inutile dilungarmi sui vari accorgimenti e ottimizzazioni del sistema operativo che sono fondamentali nel mondo dell’audio professionale, ve li sintetizzo: disabilitare tutti gli applicativi in background, le notifiche, gli antivirus e il risparmio energetico, se possibile usare la memoria di massa integrata per le tracce da utilizzare in un set anziché le memorie USB esterne, disporre di una scheda video integrata con RAM indipendente (non condivisa). Il mixer non si alimenta naturalmente via USB, bensì da corrente mediante un cavo standard. Cavo di alimentazione e cavo USB dalla lunghezza di 1,8 metri sono inclusi nella confezione.

ADD-ON: SOFTWARE E SAMPLES INCLUSI
Acquistando il mixer Scratch della Numark potrai scaricare la versione completa di Serato DJ PRO la quale si sbloccherà automaticamente insieme all’espansione DVS per l’utilizzo con i dischi time-code ogni volta che il mixer è connesso al computer. Non ti basterà fare altro che dotarti dei vinili di controllo Noise-Mapacquistabili direttamente sul sito della Serato (clicca qui) per controllare i tuoi file audio direttamente dal giradischi. Inoltre, registrando il numero seriale del tuo mixer Numark Scratch sul sito del produttore all’indirizzo numark.com/register (necessaria la creazione di un account) potrai scaricare il sample pack Remix Tool Kit prodotto dalla Prime Loops contenente circa 450 campioni audio (loop, suoni ed FX one-shot) Trap, Dubstep, EDM in formato .mp3 e ottenere un codice da riscattare entro il 31/12/2019 che ti darà diritto a 60 giorni di iscrizione gratuita alla Premium Membership di BPM Supreme. Quest’ultima ti consentirà di scaricare senza alcun limite le varie tracce audio in formato MP3 e video in MP4, tutti taggati con BPM, Genere, e tonica della scala. In più, potrai usufruire dei nuovi servizi offerti agli utenti Premium di questa piattaforma DJ Pool che includono: Cloud rescue, streaming audio ad alta qualità e i Curated Set. Per finire, troverai un altro codice che dà diritto ad una prova gratuita dalla durata di 60 giorni del sistema SoundSwitch 2.0, il quale permette di gestire direttamente dal tuo computer eventuali sistemi di effetti luci e atmosferici (macchine del fumo, etc.) mediante apposite interfacce da USB a DMX, il tutto sincronizzato al tuo software per DJ.  

Per l'acquisto del Numark Scratchhttp://eko.it/scratch 
Sito web produttorehttps://www.numark.com
Per info sul nostro Corso Base Mix DJ: clicca qui
Per info sui nostri Corsi di Produzione Musicale e DJing: clicca qui
Scopri di più sull'autore della recensione: clicca qui

VIRTUAL DJ: DIFFERENZE DI MAPPATURA
Virtual DJ 2020Ho provato il Numark Scratch con l’appena pubblicato Virtual DJ 2020. Come consuetudine per il software dell’azienda francese Atomix, anche lo Scratch viene automaticamente riconosciuto come hardware ed è utilizzabile da chi possiede una versione a pagamento. Unico settaggio che ho dovuto fare nelle impostazioni è selezionare “Segnale Time Code” nella voce “Ingressi” della finestra “Configurazione Audio”. Per il resto, la mappatura MIDI e la configurazione delle uscite audio erano già attive di default. Per quanto riguarda le differenze riscontrate nell’utilizzo con Virtual DJ rispetto a Serato DJ PRO di cui vi ho parlato in precedenza, segnalo l’eq che non taglia completamente quando i potenziometri si trovano tutti a fine corsa in senso antiorario, cosa risolvibile attivando la modalità “FULL KILL” nella voce “equalizerMode” nella finestra “Opzioni”. Per quanto riguarda gli effetti, Virtual DJ di default li applica in modo “pre-fader”, quindi troncandoli nettamente al chiudersi dei fader e del crossfader; basterà attivare il modo “Post-Fader” alla voce “FX Processing” per farli comportare come vi ho spiegato nel capitolo “Controllo degli effetti”. Restando negli effetti, rispetto alla mappatura di Serato DJ PRO, in Virtual DJ 2020 (e nella precedente versione 8) il pulsante “V. Echo” del Numark Scratch richiama l’effetto “Cut”, un gate ritmico sincronizzato ai BPM che opera sul volume.

CONCLUSIONI
Nel Numark Scratch si fondono i quasi 50 anni di esperienza maturata nel mondo dei mixer per DJ e le recenti tecnologie frutto di ricerca e sviluppo interna, che negli ultimi anni hanno visto distinguersi il gruppo inMusic (holding a cui fa capo il brand) nel settore musicale con tutti brand di proprietà: AKAI Professional, Denon DJ, Rane DJ e altri... Non dobbiamo infatti dimenticarci che il primo mixer per DJ dotato di un campionatore, il DM1775 venne prodotto proprio dalla Numark verso la fine degli anni ’80 e che nientepopodimeno che DR. Dre nella docu-serie “I Ribelli” (The Defiant Ones) prodotta dalla HBO e visibile su Netflix (clicca qui) racconta del “miglior regalo ricevuto in tutta la mia vita”: un mixer Numark 1150 regalatogli da sua mamma per Natale. Numark Scratch è un mixer che accontenta il professionista esigente che lavorando spesso in giro necessita di un prodotto leggero, poco ingombrante e comodamente trasportabile, è la soluzione perfetta per chi vuole allestire una console ibrida dove la tradizione del vinile e del CD si affianca al mondo software e computer based. Un mixer che non mancherà di soddisfare chi cerca un mixer da scratch performante dal prezzo (499 Euro) relativamente abbordabile viste le numerose funzioni e la dotazione software inclusa. Dimensioni e peso: 32x24,5x10,8 cm; 4,6KG. 

Per l'acquisto del Numark Scratchhttp://eko.it/scratch 
Sito web produttorehttps://www.numark.com
Per info sul nostro Corso Base Mix DJ: clicca qui
Per info sui nostri Corsi di Produzione Musicale e DJing: clicca qui
Scopri di più sull'autore della recensione: clicca qui

Pubblicato in: Strumenti per DJ, DJing

Lascia un commento

Per info e domande su questo articolo: NON telefonare, NON inviare e-mail. Usa il campo commenti a seguire.



Articoli correlati (da tag)

CORSO DJ BASE

corso dj dicembre 2019

Cubase - Ableton Live - Logic

corso produzione musicale dicembre 2019

LOOP, SAMPLES & PLUG-IN

Segui il Titolare su LinkedIn

linkedin-federico-simonazzi-alar

SEGUICI SU FACEBOOK

DAL NOSTRO YOUTUBE

Strumenti per DJ e Producer

adv akai professional midi controller eko

Banner Pubblicitario AdSense

SEGUICI SU TWITTER

Vai all'inizio della pagina

Copyright 1999-2019. All Rights Reserved, Tutti i Diritti Riservati.

Alar's Recording Studio di Simonazzi Federico - Parma - Italy - P.IVA 02115850345

Professionista di cui alla Legge n°4 del 14 gennaio 2013 pubblicata nella GU del 26/01/2013

Produzione/Informazione/Insegnamento in ambito musicale

Our Mission: To spread new technologies in DJs and Musicians Wor(l)ds

Tel/Fax +39 0521258446 - e-mail: studio@alarmusic.com - Web Site: http://www.alarmusic.com

www.corsidj.com - www.corsoabletonlive.com - www.studiodiregistrazione.info - www.studiodiregistrazione.pro

Il materiale presente in questo sito non può essere copiato, duplicato, venduto, o utilizzato in altri documenti, prodotti, ecc.

This material may not be sold, duplicated on other websites, incorporated in commercial documents or products, or used for promotional purposes.

Nel nostro sito troverai annunci pubblicitari e/o link pubblicati da terzi, con i quali NON abbiamo nessun rapporto di partnership diretta e/o controllo sugli annunci pubblicati.

Pertanto, quando accedi a siti esterni tramite link, o banner qui pubblicati, noi NON siamo responsabili del contenuto e/o dei servizi, o prodotti da essi offerti.

Per ulteriori informazioni consulta

Privacy Policy

Cookie Policy