ROLI SEABOARD RISE MIDI CONTROLLER INNOVATIVO

Roli Seabord Rise MIDI controller a tastiera continua USB e Bluetooth con virtual instrument Equator

L’innovativa tecnologia di controllo sviluppata e brevettata dalla Inglese ROLI è stata implementata in una nuova serie di MIDI controller progettati in UK e assemblati in Irlanda collegabili a computer PC, Mac e device iOS via cavo USB oppure Bluetooth, grazie ad una batteria ricaricabile integrata dall’autonomia di circa 11 ore che ne garantisce l’alimentazione nell’utilizzo wireless. La tastiera detta Keywave della ROLI Rise è prodotta con una gomma siliconica, un elastomero estremamente stabile e salubre, privo di mercurio, PVC, arsenico o altri elementi chimici tossici, solitamente impiegato nella produzione di contenitori per il cibo e nelle maschere facciali prostetiche. Rispetto ad una tastiera tradizionale, la superficie della Roli Seaboard Rise permette di estendere l’espressività dell’utilizzatore che godrà di ben 5 dimensioni di controllo: Strike, Glide, Slide, Press e Lift. Ognuno di questi cinque movimenti invierà un messaggio di controllo MIDI capace di modulare un parametro del virtual instrument controllato dalla ROLI RISE. Nei MIDI controller a tastiera (leggi i nostri articoli dedicati al MIDI) finora presenti sul mercato sono stati implementati numerosi controlli fisici aggiuntivi, quali fader, potenziometri rotativi, pad, pulsanti, superfici ribbon, o touch, ma tutti questi controlli richiedono però al tastierista di togliere la mano, o le dita dalla tastiera, al fine di poter interagire con il potenziometro, limitando quindi l’espressività musicale. ROLI SEABOARD RISE grazie a queste 5 dimensioni permette di modulare, controllare, gestire ed interagire con più parametri direttamente dalla sua superficie, senza allontanare le dita dalla tastiera. Sulla sinistra della Seaboard è presente la sezione di controlli touch che comprende il tasto di accessione, i pulsanti (+ e -) per la trasposizione a step di ottave, il touch pad X/Y (6x5cm), 3 touch fader verticali da 6 cm (1,5cm di larghezza) e i due tasti per lo scorrimento tra i preset (Program Change). Su tutti i controlli troviamo dei led sottopelle ad alta luminosità che mostrano le impostazioni del prodotto e/o il valore. Ad esempio, il pulsante di accensione/spegnimento consente altresì di variare la modalità operativa da MIDI (LED bianco) a Expression (LED azzurro), oppure per passare nel modo di connessione (pairing) Bluetooth (LED blu). Lo stesso tasto e il relativo LED indicano lo stato della batteria integrata: verde sta ad indicare che la batteria è carica, giallo che la batteria è in carica, mentre la luce rossa segnala la necessità di procedere quanto prima alla ricarica.

 

Per acquistare ROLI Seaboard RISE: clicca qui

Scopri le date del Demo Tour Italiano: clicca qui

 

FOTO GALLERY ROLI SEABOARD RISE

Click to enlarge image a-roli-rise-equator-mani.jpg

Roli Seaboard Rise (prototipo)

 

LE 5 DIMENSIONI DI ROLI SEABOARD RISE

ROLI RISE MODELLO DEFINITIVOStrike corrisponde al contatto sulla tastiera, ovvero all’invio del messaggio di nota MIDI e al corrispettivo valore di velocity (per approfondire i messaggi del protocollo MIDI trasmissibili da una tastiera: clicca qui). Con Press si intende la pressione inferta subito dopo lo “Strike” alla superficie (tasto, qui detto Keywave) la quale genera un messaggio MIDI di aftertouch (o pressure) polifonico, che contrariamente a quanto avviene nelle tastiere tradizionali non deve attendere il raggiungimento del fine corsa del tasto stesso, bensì diventa subito fruibile, in ogni momento e in modo continuo a partire dal primo contatto con la tastiera (Strike) fino al rilascio (Lift). Mediante questo gesto sarà quindi possibile agire su vari parametri degli strumenti virtuali, ad esempio: aumentare il volume di uno o più oscillatori, oppure la velocità dell’LFO. Il Glide comprende i movimenti effettuati sull’asse orizzontale (X) della Seaboard, come quello del dito su un singolo keywave (tasto), o sui due ribbon (da destra verso sinistra, o da sinistra verso destra) posti al di sopra e al di sotto della keywave (area cromatica). Seppur liberamente assegnabile, il Glide, anch’esso polifonico quindi generante un messaggio indipendente per ciascun tasto, è di norma impiegato per la modulazione del pitch. Su questo asse potremo quindi applicare vibrati, glissando, esplorare intervalli intermedi tra una nota e l’altra non disponibili nella classica scala cromatica suonabile dalle tastiere tradizionali, nonché applicare il bending in modo più naturale rispetto alla tipica wheel a molla, senza allontanare le mani dalla superficie.

 

DEMO VIDEO: ANDREA "SATOMI" BERTORELLI SUONA ALCUNI PRESET DI EQUATOR CON ROLI RISE

 

Con Slide si intendono i movimenti delle dita sull’asse verticale (Y), ed è sostanzialmente la movenza che va a sostituire la modulation wheel. Ad esempio, assegnandolo al controllo del cut-off di un passa basso potremo aprire il filtro muovendo il dito verso l’alto, oppure chiuderlo muovendoci verso il basso. Lift genera l’ultimo messaggio trasmesso una volta sollevato il dito dalla superficie della Keywave, ovvero il messaggio di MIDI release velocity liberamente assegnabile alla modulazione di qualsivoglia parametro negli strumenti, hardware o software che supportano tale messaggio; ad esempio il Virtual Instrument Equator di ROLI. Naturalmente il plug-in Equator dispone di numerosi preset già meticolosamente programmati per rispondere a tutte le nuance di controllo applicabili dalla Seaboard Rise, mentre per tutti gli altri virtual instrument basterà assegnare tramite l’eventuale matrice di modulazione i messaggi MIDI, vuoi delle 5 dimensioni, vuoi dei controlli che trattiamo nel capitolo a seguire, come sorgente per i parametri di destinazione. Dato che i messaggi tramessi dalla keywave viaggiano su più canali MIDI, ROLI fornirà vari template per le DAW più diffuse affinché la configurazione e l’uso risultino semplici ed immediati.

 

Per acquistare ROLI Seaboard RISE: clicca qui 

Scopri le date del Demo Tour Italiano: clicca qui

 

VIDEO IN DIRETTA MUSIKMESSE 2016: MARCO PARISI SPIEGA IL SUO SET-UP

 

I DUE MODI OPERATIVI DEI TOUCH FADER E DEL PAD X/Y

I 3 fader e il pad X/Y della ROLI Rise possono lavorare in due modi differenti alternabili mediante la pressione del tasto Power/Mode. La luce al centro di quest’ultimo tasto indica la modalità operativa in uso: bianca per il modo MIDI, azzurra per il modo Expression. Il modo MIDI permette di trasmettere messaggi MIDI di Control Change, per controllare parametri di Equator o di altri virtual instrument o software DAW. L’assegnazione dei fader e del touch pad ai parametri del plug-in Equator richiede l’apertura dell’apposita sezione cliccando sull’icona collocata in alto a destra nella schermata raffigurante i fader stilizzati, che ci farà apparire sulla sinistra del virtual instrument, nella sezione delle sorgenti di modulazione, il Seaboard RISE Controls Panel. Ora utilizzeremo la procedura standard adottata in Equator per l’assegnazione di una sorgente di modulazione ad un parametro: clicchiamo sul fader fisico rappresentato graficamente nel Control Panel (i bordi diventeranno di colore giallo per confermarne la selezione) per poi spostarlo in punta di mouse (drag) direttamente sull’arco che circonda il parametro che vogliamo controllare. Nel modo Expression, invece, i tre fader serviranno rispettivamente a variare, quindi ad adattare alle proprie esigenze la sensibilità della risposta al Glide (pitch), allo Slide e alla pressione della Seaboard. La risposta delle restanti due sorgenti di espressività Strike e Lift sono invece regolabili mediante l’editor software ROLI Dashboard. Nel caso volessimo usare Rise come una normale tastiera MIDI potremo quindi procedere rapidamente e direttamente dallo strumento stesso alla disattivazione delle 3 dimensioni di controllo portando i tre fader al valore minimo.

 

Per acquistare ROLI Seaboard RISE: clicca qui

Scopri le date del Demo Tour Italiano: clicca qui

 

ANDREA “SATOMI” BERTORELLI SUONA ROLI SEABOARD RISE
(DEMO 1: BASS ROCK PRESET)

 

CONNESSIONI & CONNETTIVITÀ

ROLI RISE: CONNESSIONILe connessioni trovano sede sul fianco sinistro della Roli Rise e comprendono una presa per il collegamento di un eventuale adattatore di corrente (9-12V DC) non incluso, una porta USB di tipo A che serve esclusivamente ad alimentare eventuali device come vedremo in seguito, la porta USB tipo B per il collegamento ai computer (alimentazione trasmissione/ricezione dati) e una presa jack da ¼” per il collegamento di un pedale sustain, oppure di espressione da configurarsi nell’editor software ROLI Dashboard. La batteria interna, che come detto ha un’autonomia di circa 11 ore, si ricarica via USB. Collegandosi alla presa di corrente mediante un adattatore sarà possibile ricaricare un eventuale device iOS collegato alla porta USB di tipo A, ad esempio iPhone o iPad che stiamo controllando via Bluetooth.

 

MIDI-OVER-BLUETOOTH

Come accennato nell’introduzione di questo articolo, la Roli Seaboard Rise trasmette via cavo USB, oppure senza fili via Bluetooth i messaggi MIDI generati operando sulla sua superficie. Per i computer PC questo collegamento MIDI wireless vedrà la luce nei futuri update di Windows 10, almeno così è stato annunciato da mamma Microsoft, mentre in ambiente MacOS (dalle versioni OSX 10.10 in poi) i computer Apple dotati del chip Bluetooth LE sono già predisposti e pronti all’uso. Per i possessori di iPad e iPhone, il MIDI-over-Bluetooth è supportato a partire dalla versione 8 di iOS. Ve ne ho già parlato più volte nei miei articoli tecnici pubblicati nell’area “Tips & Tricks” di questo sito web (clicca qui), il Bluetooth rispetto la connessione via cavo ha una latenza fisiologica che, per ciò che concerne il trasferimento di dati MIDI, si attesta sui 5/6 millisecondi in più rispetto le connessioni tradizionali. L’associazione, detta in gergo pairing, tra Rise e l’elaboratore che dovrà ricevere i dati MIDI si avvia premendo contemporaneamente i due tasti “Preset Shift” (le frecce in alto a sinistra nel prodotto). A questo punto, rilasciati i tasti, vedremo il pulsante “Power/Mode” emettere una luce blu intermittente, ad intervalli di un secondo. Passiamo ora al device, ad esempio, al computer Apple con sistema operativo Mac OSX 10.10, o successivo, nel quale dovremo accedere alla finestra Configurazione MIDI Audio (applicazioni/utility) dove cliccheremo su “Finestra”, poi su “Mostra Finestra MIDI” per visualizzare l’area MIDI Studio. Facciamo doppio click sull’icona Bluetooth per aprire una nuova finestra ed avviare la scansione dei device Bluetooth siti in prossimità. Una volta riconosciuta la ROLI RISE clicchiamo su “Connetti” per aggiungerla al nostro set-up, come se fosse una classica porta IN di una periferica MIDI compatibile che si aggiungerà di conseguenza a tutti i software musicali installati sul nostro computer.

 

Per acquistare ROLI Seaboard RISE: clicca qui

Scopri le date del Demo Tour Italiano: clicca qui

 

CONFEZIONE, CONTENUTO, REGISTRAZIONE UTENTE

CONFEZIONE ROLI SEABOARD RISENella confezione, una valigetta in cartone con manico in plastica, oltre alla Roli Seaboard Rise riposta in un case sagomato in polipropilene espanso utile per il trasporto on-the-road, troveremo all’interno di un cofanetto nero il cavo USB, una cartolina con il codice del prodotto utile alla registrazione sul sito web del produttore necessaria per il download del virtual instrument Equator e una guida rapida in Inglese. Primo step una volta spacchettato il prodotto sarà la creazione di un account propedeutico alla registrazione del prodotto www.myroli.com/register e al conseguente download del bundle software.

 

FOTO GALLERY DEL VIRTUAL INSTRUMENT ROLI EQUATOR

Click to enlarge image roli-equator-bit-crusher.jpg

ROLI Equator Virtual Instrument

 

EQUATOR VITUAL INSTRUMENT

ROLI EQUATORCome accennato, prima di usare RISE dovremo procedere alla registrazione del prodotto sul sito web ROLI, per poi scaricare dal nostro account utente il pacchetto software gratuitamente fornito in dotazione, nel quale sono inclusi il virtual instrument Equator e l’utility ROLI Dashboard. Installato il bundle procederemo all’apertura di Equator, il quale funziona sia in modalità stand-alone sia come plug-in AU (Audio Unit) e VSTi nelle più diffuse DAW (Steinberg Cubase, Logic PRO X, Ableton Live, etc.). Equator contiene una ricca dotazione di preset programmati ad hoc per essere suonati dalle Seaboard ROLI RISE e GRAND. Per quest’ultimo strumento Equator funge anche da editor per il motore sonoro integrato, consentendo di inviare allo strumento il suono programmato cosicché sia suonabile anche in assenza di computer. Questo non è possibile con RISE dato che espleta esclusivamente funzione di MIDI controller. Equator dispone di un motore di sintesi potente di tipo ibrido alla base del quale troviamo una sezione di generazione sonora comprensiva di 3 oscillatori wavetable based, un generatore di noise, e 2 moduli sample player, con FM (Frequency Modulation) per tutti gli oscillatori. Il suono generato arriva ai due filtri multimodo (nei quali troviamo anche un interessante comb filter) per poi passare all’inviluppo sull’amplificatore e in un eq pametrico a 5 bande. Come sorgenti assegnabili alla modulazione di uno o più parametri contemporaneamente, oltre ai messaggi generati dalla tastiera, dai fader e pad touch visti in precedenza, abbiamo 2 LFO e 4 inviluppi. Tre sono gli effetti stereo: riverbero, chorus e delay. Equator è basato sul framework multi-piattaforma Juce (clicca per info), azienda acquisita dalla ROLI a fine 2014; per questo motivo pur essendo attualmente disponibile per MacOS e a stretto giro anche per PC/Windows, lo sviluppo di un’app per l’ambiente iOS non è certo da escludersi, anzi…   

 

Per acquistare ROLI Seaboard RISE: clicca qui

Scopri le date del Demo Tour Italiano: clicca qui

 

 

 

CONCLUSIONI

Avvicinatevi a questo strumento con la consapevolezza che non si suonerà una tastiera tradizionale, senza spaventarvi nel caso alle prime note emesse vi risultasse “diversa”. Passati alcuni minuti a comprenderne il comportamento e la risposta al tatto andrete via via sviluppando consapevolezza e padroneggerete tutte le sfumature di cui questo nuovo tipo di strumento è capace. Roli Seaboard Rise vi permetterà di aggiungere movimenti e gesti finora inaccessibili da tastiera, dalla libertà di muovervi oltre i classici confini del sistema temperato alle possibilità di bending solitamente appannaggio esclusivo degli strumenti cordofoni. Rispetto alla Seaboard GRAND la “tastiera” della ROLI RISE è più rigida al tatto, per certi versi più gestibile per il tastierista che per la prima volta si avvicina a questo nuovo concetto di Seaboard, in più è stata ottimizzata per gestire lo Slide, ossia i movimenti sull’asse verticale della Keywave, quindi equipaggiata di nuovi e differenti sensori. Mentre la Seaboard Grand dispone di un motore sonoro interno con preset programmabili dallo stesso Equator, la RISE è esclusivamente un MIDI controller. ROLI Seaboard Rise è un prodotto distribuito in Italia dalla EKO Music Group S.P.A. disponibile in formato 2  e 4 ottave (25 o 49 keywaves). ROLI Seaboard Rise 25 ha un peso di 2,8KG e le dimensioni sono di 50,5x21cm. ROLI RISE 49 pesa invece 5,5KG, mentre le dimensioni sono di 83,4x21cm. In entrambi i modelli lo spessore è di circa 23mm.

 

Per acquistare ROLI Seaboard RISE: clicca qui

Scopri le date del Demo Tour Italiano: clicca qui

Sito Web distributore Italiano: http://www.ekomusicgroup.com

Sito Web Produttore: https://www.roli.com

 

SERVIZI & CORSI DELL'ALAR’S RECORDING STUDIO

CBCM

Per info sul nostro Corso Base di Mixaggio per DJ: clicca qui

Pubblicato in: MIDI Controller

2 commenti

  • Alarmusic

    inviato da Alarmusic

    Domenica, 14 Gennaio 2018 19:41

    Salve Luigi,
    Dalla sua domanda non capiamo se il problema è il collegamento "fisico" o riguarda la configurazione. Nel primo caso, Seaboard Rise non ha connessioni MIDI OUT DIN tradizionali, ma, come specificato, trasmette i dati di controllo MIDI generati via USB o Bluetooth. Quindi dovrebbe dotarsi di un'interfaccia MIDI fornita di un ingresso USB di tipo "A", al quale collegare la Seaboard, e di una porta MIDI OUT che consenta di inviare alla porta MIDI IN del suo modulo sonoro i messaggi di controllo. Interfacce di questo genere non sono semplici da trovare, le suggerisco ad esempio la iConnectivity Mio4: http://amzn.to/2FAvLcZ

    Se dispone invece di un computer può collegare la Seaboard ad una porta USB e con una qualsiasi interfaccia MIDI OUT collegarsi al MIDI IN del suo modulo. All'interno di un software DAW (Cubase, Logic, Tracktion o Bitwig) potrà creare una traccia MIDI che riceve dalla Seaboard e che trasmette al MIDI OUT del suo expander. Questo è quanto per quanto riguarda i collegamenti.

    Viene poi la configurazione, che può essere quella "tradizionale", che ROLI chiama "Single channel" e che è applicabile mediante il software editor Dashboard". Oppure, può sperimentare l'MPE, cioè il particolare sistema di messaggi MIDI adottato dalle Seaboard. Per questo però deve consultare il nostro articolo tecnico: http://www.alarrecordingstudio.com/mpe-midi-polyphonic-expression.shtml

    Rapporto
  • Luigi

    inviato da Luigi

    Domenica, 14 Gennaio 2018 18:56

    Buongiorno io ho comprato un seabord rise 49 non sono riuscito a collegare un espander korg col cavo midi come posso. Fare? Grazie

    Rapporto

Lascia un commento

Per info e domande su questo articolo: NON telefonare, NON inviare e-mail. Usa il campo commenti a seguire.



Articoli correlati (da tag)

Sonarworks Reference

sonarworks adv speaker correction

Cubase - Ableton Live - Logic

cbcm ottobre 2018

LOOP, SAMPLES & PLUG-IN

Segui il Titolare su LinkedIn

linkedin-federico-simonazzi-alar

SEGUICI SU FACEBOOK

DAL NOSTRO YOUTUBE

Strumenti per DJ e Producer

adv akai professional midi controller eko

Banner Pubblicitario AdSense

SEGUICI SU TWITTER

Vai all'inizio della pagina

Copyright 1999-2018. All Rights Reserved, Tutti i Diritti Riservati.

Alar's Recording Studio di Simonazzi Federico - Parma - Italy - P.IVA 02115850345

Professionista di cui alla Legge n°4 del 14 gennaio 2013 pubblicata nella GU del 26/01/2013

Produzione/Informazione/Insegnamento in ambito musicale

Our Mission: To spread new technologies in DJs and Musicians Wor(l)ds

Tel/Fax +39 0521258446 - e-mail: studio@alarmusic.com - Web Site: http://www.alarmusic.com

www.corsidj.com - www.corsoabletonlive.com - www.studiodiregistrazione.info - www.studiodiregistrazione.pro

Il materiale presente in questo sito non può essere copiato, duplicato, venduto, o utilizzato in altri documenti, prodotti, ecc.

This material may not be sold, duplicated on other websites, incorporated in commercial documents or products, or used for promotional purposes.

Nel nostro sito troverai annunci pubblicitari e/o link pubblicati da terzi, con i quali NON abbiamo nessun rapporto di partnership diretta e/o controllo sugli annunci pubblicati.

Pertanto, quando accedi a siti esterni tramite link, o banner qui pubblicati, noi NON siamo responsabili del contenuto e/o dei servizi, o prodotti da essi offerti.

Per ulteriori informazioni consulta la
Privacy Policy