CREAMWARE OPTIMASTER il mastering per Scope Fusion Platform

CREAMWARE OPTIMASTER il mastering per Scope Fusion Platform

Optimaster si compone di un normalizer, seguito da un crossover in grado di splittare il segnale in 3 bande di frequenza (bassi, medi, alti); ciascuna banda sarà poi processata in modo indipendente da expander, compressore e limiter. L'interfaccia è organizzata in modo da permettere la visualizzazione di uno dei quattro blocchi costitutivi simultaneamente alla finestra del crossover oppure al metering del segnale. Una funzione detta “Wizard” lascia che OptiMaster analizzi il segnale in ingresso e modifichi autonomamente i parametri in modo da ricercare i settaggi migliori per il materiale audio in esame. L’integrata funzione di soft-clipping consente l’aumento del loudness senza incorrere in clip digitali, simulando la saturazione tipica degli apparecchi di registrazione analogica su nastro. La forma d'onda del segnale è visualizzabile in tempo reale. Il crossover grafico permette di selezionare esattamente i range di frequenza nei quali il segnale sarà splittato, con possibile ascolto in solo delle singole bande. Attacco, rilascio, threshold, ratio e gain sono i parametri a disposizione per Expander, Compressore e Limiter. Nel compressore è incluso l’“auto-make up”. Expander, compressore e limiter lavorano indipendentemente sulle 3 bande splittate dal crossover. Un pulsante “all” permette di agire contemporaneamente sulle 3 bande bypassando l'azione del crossover. Nella finestra di metering sono raggruppati 3 meter stereo (uno per ognuna delle 3 bande), che permettono la visualizzazione del segnale processato. È possibile attivare un meter di dimensioni maggiori, per un controllo accurato del livello in ingresso nel dispositivo e in uscita sul master, oppure del livello di ingresso e uscita di ciascuna delle sezioni di OptiMaster. Questo LED meter opera ad una risoluzione pari ad un decimo di dB. Nell'interfaccia è comunque sempre visibile il meter relativo al segnale master, con relativo LED di avviso di overload.

 


4 commenti

  • Alarmusic

    inviato da Alarmusic

    Mercoledì, 26 Novembre 2014 21:42

    Ciao Mirco,
    Optimaster era, all'epoca, un ottimo plug-in. Oggi sul mercato ci sono numerose alternative evolute, come, ad esempio, l'eccezionale suite iZotope Ozone 6 Advanced per l'ambiente nativo (CPU based), o i numerosi plug-in per la piattaforma ormai divenuta uno standard UAD.

    Il discorso di applicarlo sulle singole tracce, se non ricordo male introduceva un po' di latenza e comunque richiedeva risorse DSP non indifferenti; pertanto non mi sento di consigliarlo.

    Per il resto, quando una cosa soddisfa, perchè cambiarla?

    Rapporto
  • Mirco Rabiti

    inviato da Mirco Rabiti

    Mercoledì, 26 Novembre 2014 13:18

    Ciao vorrei sapere se optimaster è sempre meglio usarlo come mastering finale o si può usare in qualche caso anche in singole tracce. Io uso Pro Tools 9 con 2 Pulsar 2 vi chiedo anche se optimaster è meglio di altri plug-in maximizer per mastering oppure c' è di meglio e se si quale è meglio. Per me Optimaster funziona alla grande e suona bene comunque attendo risposte da voi esperti. Ciao grazie mille Mirco.

    Rapporto
  • alarmusic

    inviato da alarmusic

    Domenica, 02 Novembre 2014 13:56

    Ciao Giorgio,
    Ciò che ti accade è normale, in quanto è probabile tu stia applicando l'Optimaster nel mixer di Scope, che è indipendente, esterno al motore audio di Cubase, ovvero a quello che viene compreso nel rendering del software (plug-in applicati sui canali del mixer di Cubase, tracce audio e VST).

    Dovresti quindi procedere con la registrazione su una traccia audio di Cubase di quanto stai processando con il mixer della Scope, cioè inviando a mezzo di un canale stereo di un driver ASIO di Scope aggiunto nella Fusion Platform l'uscita processata da Optimaster affinchè rientri in Cubase e lì venga registrata.

    In sostanza il software SFP è come se fungesse da processore di segnale esterno alla DAW, quindi devi procedere al giusto routing nel progetto. Il "Master" nel tuo NON è quello del mixer di Cubase, ma quello della console, del mixer di Scope.

    Rapporto
  • giorgio

    inviato da giorgio

    Sabato, 01 Novembre 2014 16:52

    ciao io ho aggiornato la mia asio scope 5.1 per il cubase 7.5 , ho fatto il setup della scheda aggiungendo l'optimizer , ma quando faccio il mixdown sul cubase l'optimizer viene automaticamente baypassato , mentre durate la costruzione del prgetto funziona correttamente, cosa mi consigliate di fare?

    Rapporto

Lascia un commento

Per info e domande su questo articolo: NON telefonare, NON inviare e-mail. Usa il campo commenti a seguire.



Articoli correlati (da tag)

Sonarworks Reference

sonarworks adv speaker correction

Cubase - Ableton Live - Logic

corso produzione musicale settembre 2019

LOOP, SAMPLES & PLUG-IN

Segui il Titolare su LinkedIn

linkedin-federico-simonazzi-alar

SEGUICI SU FACEBOOK

DAL NOSTRO YOUTUBE

Strumenti per DJ e Producer

adv akai professional midi controller eko

Banner Pubblicitario AdSense

SEGUICI SU TWITTER

Vai all'inizio della pagina

Copyright 1999-2019. All Rights Reserved, Tutti i Diritti Riservati.

Alar's Recording Studio di Simonazzi Federico - Parma - Italy - P.IVA 02115850345

Professionista di cui alla Legge n°4 del 14 gennaio 2013 pubblicata nella GU del 26/01/2013

Produzione/Informazione/Insegnamento in ambito musicale

Our Mission: To spread new technologies in DJs and Musicians Wor(l)ds

Tel/Fax +39 0521258446 - e-mail: studio@alarmusic.com - Web Site: http://www.alarmusic.com

www.corsidj.com - www.corsoabletonlive.com - www.studiodiregistrazione.info - www.studiodiregistrazione.pro

Il materiale presente in questo sito non può essere copiato, duplicato, venduto, o utilizzato in altri documenti, prodotti, ecc.

This material may not be sold, duplicated on other websites, incorporated in commercial documents or products, or used for promotional purposes.

Nel nostro sito troverai annunci pubblicitari e/o link pubblicati da terzi, con i quali NON abbiamo nessun rapporto di partnership diretta e/o controllo sugli annunci pubblicati.

Pertanto, quando accedi a siti esterni tramite link, o banner qui pubblicati, noi NON siamo responsabili del contenuto e/o dei servizi, o prodotti da essi offerti.

Per ulteriori informazioni consulta

Privacy Policy

Cookie Policy