STEINBERG CUBASE 6 - LE NOVITÀ

STEINBERG CUBASE 6Cubase 6 ha introdotto varie novità di rilievo specialmente per quanto concerne l’editing audio di materiale ritmico. Con la funzione di rilevamento della velocità di una traccia audio importata, sarà molto semplice adattare la velocità del nostro progetto alla velocità in BPM di un brano. Per procedere basterà selezionare la traccia, andare nel menù “Project” e cliccare su “Tempo Detection”. Apparirà la finestra di analisi nella quale basterà cliccare su “Analyze” per procedere al calcolo della velocità. La procedura di calcolo può essere eventualmente raffinata mediante le varie impostazioni disponibili. L’Advanced tempo detection impiega un nuovo algoritmo automatico di estrapolazione della velocità da qualsiasi traccia che abbia contenuto ritmico e torna utile in fase di remix, oppure per ottimizzare e/o correggere eventuali parti di batteria suonate fuori metronomo. Il risultato ottenuto dopo l’analisi consiste nella creazione di una traccia tempo e relativi warp marker, che seguono alla perfezione le variazioni metronomiche della traccia. L’utente potrà ovviamente intervenire a piacimento sulla tempo track, per modificare la velocità della traccia e/o di alcune parti di essa.

 

STEINBERG CUBASE 6 EDIT FOLDERSempre sul fronte audio/ritmico è stata notevolmente migliorata la funzione di ricerca dei transienti (Hitpoint), la quale ora impiega due tipologie di analisi (peak e beats) per identificare e separare le varie parti ritmiche di una o più tracce di batteria. Partendo da questa funzione si potrà poi procedere alla separazione delle parti, all’editing dei singoli colpi, alla quantizzazione (come se si trattasse di eventi MIDI). Il “Quantize Panel” raccoglie i vari strumenti utili a quanto detto e consente di intervenire sui vari parametri per poi applicare funzioni quali: Slice, ossia lo spezzettamento dei singoli colpi di batteria, il Quantize, la quantizzazione degli slice creati in base a valori da noi impostati, e il Crossfades, che applica dei fade in e out alle clip create dai precedenti procedimenti al fine di evitare troncature o rumori indesiderati dovuti ad un editing impreciso sui campioni audio. Fatti questi procedimenti è possibile convertire gli eventi audio delle singole parti di batteria in tracce MIDI. Ad esempio, per risuonarle con suoni più convincenti. Niente di più semplice con la funzione “Create MIDI Notes”. 

 

STEINBERG CUBASE 6 LANE - TRACK COMPINGFunzione utile in particolare per l’editing delle tracce vocali, ma non solo è quella “Lane”, o “Take Comping”. Registrando take multipli su una singola traccia, Cubase andrà a creare una sottotraccia denominata “Lane” per ciascuno dei take. Ogni traccia “Lane” dispone di un tasto solo, delle funzioni di editing basilare sulla forma d’onda (ridimensionamento, taglia) e permette di selezionare con un semplice click la porzione che costituirà la traccia principale. In sostanza, la traccia principale sarà il risultato della combinazione delle varie porzioni audio selezionate nei vari lane.

 

 

 

 

Altra funzione sempre dello stesso genere, ma differente dato che lascia comunque le singole tracce processate in gruppo su canali audio indipendenti del mixer è quella “Edit Group”. Questa la vedo indicata sugli strumenti registrati con più microfoni, ad esempio, il rullante della batteria acustica, oppure una chitarra registrata sia in diretta nella scheda audio, che microfonando il cabinet. Prima cosa da fare per sfruttare questa funzione è raccogliere le tracce in un folder: selezioniamo le tracce, tasto destro e click su “Move Selected Tracks to New Folder”. A questo punto nella traccia folder che si è venuta a creare clicchiamo sull’icona “=” (Edit Group). Intervenendo su una singola traccia, ora le operazioni di taglia, sposta, copia, incolla, ecc. verranno applicate a tutte le tracce facenti parte del gruppo.

 

EDITING MIDI & AUTOMAZIONI

STEINBERG Cubase 6 Editing Control ChangeAnche nella sezione MIDI sono state semplificate e migliorate le procedure di editing, come ad esempio l’intervento in punta di mouse sugli eventi e control change MIDI nella parte bassa del Key Editor. Selezionando più note contemporaneamente sarà possibile gestirne in blocco i relativi valori dei parametri MIDI.  Ad esempio, se volessimo intervenire sulla velocity di un gruppo di note di una traccia basterà selezionarle per ritrovarci uno strumento similare a quello che ritroviamo sulle clip audio della track view. Di conseguenza potremo aumentarle o diminuirle di intensità tutte insieme, oppure fare dei fade in, o fade out al gruppo di note selezionato. Lo scailing tool, così si chiama questo modo di intervenire sugli eventi è inoltre disponibile sulle automazioni della finestra di editing track view. Semplificata anche la procedura di visualizzazione delle automazioni attive per i plug-in, ora basterà un click con il tasto destro sul parametro per poi selezionare mostra automazione. Il VST Expression 2 è molto promettente a mio avviso, dato che permette di modificare vari parametri MIDI nota per nota, per questo è stato definito “Note Expression Protocol”. Selezionando una nota MIDI verranno in pratica visualizzati tutti i parametri associati e modificabili in punta di mouse dentro una finestrella dedicata. Provate a pensare di dover agire sul volume di una singola nota di un accordo, con questa funzione diventa tutto molto rapido. Queste modifiche apportate nel Key Editor saranno visualizzate anche nell’editor della partitura. Steinberg conta poi sulla diffusione dello standard VST 3.5, che permette anche a produttori di terze parti di includere direttamente nello strumento maggiori informazioni di articolazione ed espressione non più basate sul canale MIDI, bensì su ogni singola nota.

 

NUOVI EFFETTI E VSTi

STEINBERG Cubase 6 VSTAmp RackPer quanto riguarda l’effettistica, Cubase 6 introduce il nuovo VSTamp rack. Un plug-in completamente dedicato al chitarrista con effetti, testate e cabinet completamente configurabili dall’utente per emulare varie sonorità di chitarra. Nel plug-in sono disponibili 16 effetti che ricalcano le sonorità dei classici pedalini per chitarra ed è possibile intervenire nei vari dettagli, come, ad esempio, il posizionamento di due microfoni per simulare la ripresa del cabinet. Halion Sonic SE aggiunge quel qualcosa in più che mancava a Cubase dal punto di vista timbrico. Un passo in avanti rispetto all’Halion One che trovavamo gratuitamente in dotazione nelle passate versioni. Circa 600 suoni, molti derivati direttamente dalla wavetable della Motif by Yamaha, ma soprattutto un maggior controllo sui parametri, la multi-timbricità e la possibilità di indirizzare le varie timbriche caricate a differenti canali del mixer. LoopMash 2 è invece una suite per la creazione di groove e loop audio basata su uno step-sequencer multi-traccia che permette di riempire con degli slice audio (suoni estrapolati da un loop) i vari 16esimi delle tracce. Numerose le funzioni di editing ed effetti in real-time controllabili via MIDI, dallo stuttering al reverse, dallo skratch al tape stop.

 

Da segnalare infine la completa compatibilità tra Cubase 6 e Cubase Artist 6, che permette agli utenti dei due programmi di scambiarsi i progetti e la compatibilità con MacOS a 64-bit.

 

DIFFERENZE RILEVANTI TRA CUBASE 6 E CUBASE 6 ARTIST:

-          Tracce audio illimitate, contro le 64 della versione Artist

-          Tracce MIDI illimitate, 128 per la vers. Artist

-          Tracce strumenti illimitate, 32 nella versione Artist

-          256 ingressi fisici e altrettanti gruppi, 32 in Cubase Artist

-          Max frequenza di campionamento: 192kHz. Artist: 96kHz

 

STEINBERG CUBASE 6 ALL’ALAR’S RECORDING STUDIO

Cubase 6 è disponibile sia per i clienti dei servizi del nostro studio, sia per gli allievi dei nostri corsi insieme ad altri sequencer DAW: ProTools, Ableton Live, Logic. Federico Simonazzi, titolare dell’Alar’s Recording Studio è docente certificato Steinberg, pertanto gli allievi che frequenteranno i corsi Computer Music e Music & Tech avranno diritto all’acquisto della versione Educational del software Cubase, ad un costo di circa 290 Euro presso un rivenditore autorizzato. La versione Educational di Cubase 6 è una versione priva di limitazioni, completa, identica alla versione full, ma offerta ad un prezzo contenuto agli allievi dei docenti certificati da Steinberg.

 

Per info sul nostro Corso Base Computer Music: clicca qui

 

Per info sul nostro Corso Avanzato Music & Tech: clicca qui

 

Per ulteriori informazioni sui servizi dello studio: clicca qui



Lascia un commento

Per info e domande su questo articolo: NON telefonare, NON inviare e-mail. Usa il campo commenti a seguire.



Articoli correlati (da tag)

Vai all'inizio della pagina

Copyright 1999-2021. All Rights Reserved, Tutti i Diritti Riservati.

Alar's Recording Studio di Simonazzi Federico - Parma - Italy - P.IVA 02115850345

Professionista di cui alla Legge n°4 del 14 gennaio 2013 pubblicata nella GU del 26/01/2013

Produzione/Informazione/Insegnamento in ambito musicale

Our Mission: To spread new technologies in DJs and Musicians Wor(l)ds

Tel/Fax +39 0521258446 - e-mail: studio@alarmusic.com - Web Site: http://www.alarmusic.com

www.corsidj.com - www.corsoabletonlive.com - www.studiodiregistrazione.info - www.studiodiregistrazione.pro

Il materiale presente in questo sito non può essere copiato, duplicato, venduto, o utilizzato in altri documenti, prodotti, ecc.

This material may not be sold, duplicated on other websites, incorporated in commercial documents or products, or used for promotional purposes.

Nel nostro sito troverai annunci pubblicitari e/o link pubblicati da terzi, con i quali NON abbiamo nessun rapporto di partnership diretta e/o controllo sugli annunci pubblicati.

Pertanto, quando accedi a siti esterni tramite link, o banner qui pubblicati, noi NON siamo responsabili del contenuto e/o dei servizi, o prodotti da essi offerti.

Per ulteriori informazioni consulta

Privacy Policy

Cookie Policy