WAVES REDD BY ABBEY ROAD STUDIOS

WAVES REDD BY ABBEY ROAD STUDIOS

WAVES REDD 17 MONO

La collaborazione tra Waves e gli Abbey Road Studios di Londra prosegue dando vita ad un nuovo progetto di emulazione che ripropone sotto forma di 2 plug-in nativi, per computer PC e Mac, i channel strip di 3 storiche console sviluppate nei primi anni ’60 dal reparto ingegneristico della EMI (Electrical & Musical Industries). Gli Abbey Road Studios sono stati la fucina dalla quale sono usciti progetti musicali quali The Beatles, The Hollies, Pink Floyd e tanti altri. Durante gli anni 60, gli studi EMI di Londra hanno costituito il nuovo corso della cultura musicale popolare. Nel cuore di questi studi di registrazione vi erano le console REDD, progettate internamente dal Record Engineering Development Department. Queste console erano famose per le curve di equalizzazione particolarmente morbide, dall’eccezionale calore e musicalità: peculiarità a tutt’oggi uniche della linea REDD.

 

Sin dall’apertura, nel lontano 1931, gli Abbey Road Studios sono rinomati per l’eccellenza e l’innovazione nel mondo del recording. Il Record Engineering Development Department (REDD) della EMI è stato costituito nel 1955 dall’Ingegnere Lenn Page per affrontare lo standard stereo.  Nel giro di un anno, passione e dedizione del team hanno portato alla produzione della console REDD.1: la prima console di mixaggio stereo degli Abbey Road Studios. Questo era suddiviso in due moduli: il mixer REDD.8 e un rack per l’alloggiamento dei suoi amplificatori e componentistica varia.

 

Nel 1957 nasce il REDD.17. Progettato dal Tedesco Peter Burkowitz, fu il primo formato di mixer che si avvicinava esteticamente a quello che oggi noi riconosciamo come tale, in quanto equipaggiato di un eq su ciascuno dei suoi 8 canali. Con l’affermarsi della registrazione a 4 piste, nacque poi il REDD.37. Entrambi i modelli, REDD.17 e REDD.37, erano alimentati esclusivamente dai leggendari ampli a valvola Siemens V72:  31 quelli implementati nel REDD.37. Al .37 seguii poi il REDD.51, basato sui nuovi amplificatori REDD.47, che garantivano una minor distorsione e un maggior headroom rispetto ai V72s. Dal 1968 la serie REDD lasciò poi spazio ad una serie di mixer a stato solido ad 8 e 16 tracce denominata TG.

 

 

WAVES REDD 37-51 MONOPer quanto riguarda i plug-in oggetto, Waves ha meticolosamente ricreato il carattere, il colore e la complessità dei channel strip delle console originali. Come modelli di riferimento per lo sviluppo dell’emulazione in formato plug-in, sono stato impiegati un REDD.17 attualmente ancora in uso negli Abbey Road Studios, e una console REDD.37 ora di proprietà di Lenny Kravitz. I plug-in suonano davvero bene, ottimi, frizzanti ma non sibilanti sulle alte frequenze, con un suono bello e rotondo sulle basse. Il potenziometro drive è da utilizzarsi con molta cautela, ed è quello che onestamente mi ha convinto un po’ meno. Quello “Analog” permette di gestire l’emulazione del rumore e dell’hum delle apparecchiature originali. Non avendo avuto la possibilità di provare gli hardware originali, non mi diletto in considerazioni riguardo alla fedeltà dell’emulazione, ma posso dire che come plug-in analog-style convincono molto. Lontani dal classico e stereotipato “suono” Waves, si classificano tra i miei eq preferiti attualmente reperibili nel pacchetto Mercury. Un’ottima alternativa agli API, specie su quelle tracce che necessitano di un po’ di “colore” in più.

 

WAVES REDD 37-51 STEREOGrazie alla tecnologia Waveshell, i plug-in REDD-17 e REDD 37-51 sono entrambi disponibili in mono e stereo. Quando si utilizzano i componenti stereo avremo tre distinte modalità operative configurabili dall’utente: Stereo, Duo e MS. La prima linka i parametri dei due canali affinché modificandoli su un canale vengano di conseguenza modificati anche sull’altro. La seconda, quella Duo, permette di apportare modifiche differenti sui due canali: L e R. Quella MS applica una matrice di codifica MS sull’ingresso del plug-in. Ciò fa si che il segnale entri nell’eq e che si possa intervenire individualmente sul Mid e sul Side. Nello stadio di uscita avverrà la decodifica in stereo. Il plug-in REDD 37-51 offre la possibilità di selezionare due differenti modalità operative per l’eq, pop e classic, e quale tipologia di amplificatore utilizzare: 37, ovvero il Siemens V72, oppure il .51 (REDD .47). Riguardo alle modalità “Pop” e “Classic”: la prima opera con banda shelf sulle basse e a campana sulle alte, mentre quella classic lavora in shelving (10kHz) sia sulle frequenze alte, sia sulle basse. Interessante lo switch Bass Lift, che permette di simulare un classico pad 10dB, oppure un low shelf +9 dB per compensare eventuali perdite di potenza su questo range, riscontrabili solitamente operando con microfoni a condensatore con pattern figura 8.

 

Sito Web Produttore: http://www.waves.com 

Acquista on-line: http://www.pluginboutique.com

Distributore Italiano: http://www.midimusic.it

 

WAVES MERCURY TDM & SSL 4000 TDM BUNDLE ALL’ALAR’S RECORDING STUDIO

studio-190-giugno-2012

Per i clienti dello studio e per gli allievi dei nostri corsi sono disponibili presso il nostro studio tutti i plug-in della Waves. L’Alar’s Recording Studio dispone delle licenze Mercury Bundle TDM e SSL 4000 Collection TDM. Sarà possibile utilizzarli su vari Host (sequencer, DAW) come Pro Tools, Ableton Live, Steinberg Cubase, Logic.  All’Alar’s Recording Studio troverai una piattaforma Pro Tools HD3 con convertitori Digidesign e Apogee, numerosi channel-strip (Millenia, Avalon, API, Universal Audio, Tube Tech), pre-amplificatori a stato solido e valvolari, per un totale di ben 48 ingressi tutti pre-amplificati e con conversione A/D allo stato dell’arte. In più, oltre al Waves Mercury BundleTDM e all’SSL 4000 Collection TDM troverai numerosi plug-in dall’UAD Satellite Quad Omni ad Ozone, da Melodyne al Komplete by Native Instruments.

Lascia un commento

Per info e domande su questo articolo: NON telefonare, NON inviare e-mail. Usa il campo commenti a seguire.



Articoli correlati (da tag)

Amazon Music

CORSO DJ BASE

corso dj dicembre 2019

Cubase - Ableton Live - Logic

corso produzione musicale dicembre 2019

LOOP, SAMPLES & PLUG-IN

Segui il Titolare su LinkedIn

linkedin-federico-simonazzi-alar

SEGUICI SU FACEBOOK

DAL NOSTRO YOUTUBE

Strumenti per DJ e Producer

adv akai professional midi controller eko

Vai all'inizio della pagina

Copyright 1999-2019. All Rights Reserved, Tutti i Diritti Riservati.

Alar's Recording Studio di Simonazzi Federico - Parma - Italy - P.IVA 02115850345

Professionista di cui alla Legge n°4 del 14 gennaio 2013 pubblicata nella GU del 26/01/2013

Produzione/Informazione/Insegnamento in ambito musicale

Our Mission: To spread new technologies in DJs and Musicians Wor(l)ds

Tel/Fax +39 0521258446 - e-mail: studio@alarmusic.com - Web Site: http://www.alarmusic.com

www.corsidj.com - www.corsoabletonlive.com - www.studiodiregistrazione.info - www.studiodiregistrazione.pro

Il materiale presente in questo sito non può essere copiato, duplicato, venduto, o utilizzato in altri documenti, prodotti, ecc.

This material may not be sold, duplicated on other websites, incorporated in commercial documents or products, or used for promotional purposes.

Nel nostro sito troverai annunci pubblicitari e/o link pubblicati da terzi, con i quali NON abbiamo nessun rapporto di partnership diretta e/o controllo sugli annunci pubblicati.

Pertanto, quando accedi a siti esterni tramite link, o banner qui pubblicati, noi NON siamo responsabili del contenuto e/o dei servizi, o prodotti da essi offerti.

Per ulteriori informazioni consulta

Privacy Policy

Cookie Policy