PIONEER CDJ-800, CDJ-1000, CDJ-1000MKII e DVJ-X1

Pioneer CDJ-1000 MKII

PIONEER CDJ1000 (Scritto il 01/09/2002)

Il CDJ-1000 della Pioneer nasce dall’esperienza di una grande azienda molto attiva nella produzione di strumenti per DJ, forse la prima a far affermare ed apprezzare su larga scala i CD-Player tra i DJ. Suo è il prodotto più diffuso nelle console e nelle case dei DJ o aspiranti tali, il CDJ-100. Il CDJ-1000 (modello di punta della linea CD-Player) si presenta imponente, profondo come un piatto, con il suo accattivante design ed il suo colore nero. Appartenente alla categoria degli strumenti da posizionare su una superficie piana (di tipo desktop), il CDJ-1000 offre un caricamento frontale sia per quanto riguarda i CD audio, sia per le MMC (Multi Media Card: mini card opzionali per il salvataggio dei punti di cue, loop, ecc.). La grande manopola del diametro di 206 mm è fatta a mo’ di tavola rotante del giradischi sulla quale poggia un “disco” satinato di dimensioni pari ad un vecchio 45 giri. Al centro del disco virtuale c’è un display rotondo nel quale, partendo dall’esterno per procedere verso il centro, troviamo: 3 freccine arancioni che ci segnalano il senso di riproduzione del CD, una ruota composta da 135 led bianchi che segue l’andamento della traccia (senso di riproduzione, velocità, ferma se in pausa), una ruota sottile composta da led gialli che mostrano quale è il brano in riproduzione, una freccia che indica l’inizio del CD, un cerchio sottile di colore bianco che lampeggia quando si attiva la memoria audio (nelle fasi di assegnazione e riproduzione di un loop o punto di cue) e un visualizzatore sotto forma di cerchio a 14 segmenti di colore bianco che si attiva in modalità vinyl quando il lettore è in pausa o quando si utilizza la manopola. Per finire ecco il centro, colorato di blu e con la scritta Vinyl in bianco che si illumina solamente quando ci troviamo nell’omonima modalità.

 

La manopola ci permette di controllare le tracce dei nostri CD come se fossero dei dischi in vinile, agendo sul disco satinato per scratchare e cercare un punto preciso lungo la traccia, o sul fianco per dare le spintarelle classiche di quando ci scappa un sincro. Pioneer, non soddisfatta della sola manopola e per accontentare anche i più esigenti, offre due potenziometri (Vinyl speed adjust) con i quali potremo regolare la velocità di rilascio e di stop del brano simulando così in pieno il comportamento dei vari modelli di giradischi, i relativi on/off e start/stop ed offrendoci anche uno strumento in più per creare interessanti effetti. Sulla destra vi è lo slider per la variazione della velocità che può operare in 4 differenti range (+/-6, +/-10, +/- 16 o +/- 24) attivabili ad oltranza tramite un apposito pulsantino, mentre alla sinistra della manopola troviamo i tasti di trasporto (play/pause, ricerca veloce avanti e indietro, ricerca della traccia) e il tasto Cue. Tutti questi tasti sono in alluminio. Da segnalare che i tasti Play/Pause e Cue sono grandi e circondati da un led (verde il primo, arancio il secondo) che si illumina durante il play e lampeggia se il lettore è in pausa. Sopra i tasti di ricerca vi è una leva che serve per selezionare il senso di riproduzione in avanti o al contrario (un led rosso segnala l’attivazione del reverse). A seguire, proseguendo verso l’alto, vi è la zona “Hot Cue” dove troviamo 4 tasti: Rec., A, B e C. Tramite questi tasti possiamo assegnare (previa pressione del tasto Rec.) e richiamare velocemente ben 3 punti di Cue differenti. Sotto l’ampio display rettangolare, che conosceremo in seguito, è situata la zona loop. Qui vi sono 3 tasti: due grossi, In e Out, retro illuminati di giallo, ed uno molto più piccolo, Reloop/Exit.

I primi due serviranno per impostare punto di inizio e di fine del nostro loop, il terzo per sospendere/azionare la riproduzione del loop. L’ampio display rettangolare (circa 15x4,5 cm!) visualizza ad oltranza il titolo della traccia audio in riproduzione o una stilizzata forma d’onda (possibilità di zoom), il numero della traccia, il tempo rimanente/trascorso (minuti/secondi/frame), la velocità in BPM, il range d’azione e il valore impostati per il pitch control, ecc.. Il mio approccio con il CDJ-1000 è stato differente rispetto ai prodotti concorrenti, è infatti inevitabile, sin dalla prima accensione, il passaggio alla modalità Vinyl. Eccezionale, manca solo il braccio che scappa e la puntina che salta. Inizialmente ci si può trovare un po’ spiazzati data la mancanza della naturale forza contraria mano/motore che corrisponde alla partenza non immediata (alla quale per abitudine non facciamo più caso) classica dei piatti. Grazie alla regolazione Vinyl speed adjust potremo però tranquillamente simularla. Le connessioni disponibili sul CDJ-1000 sono le seguenti: uscita stereo (L/R) analogica di linea su connettori RCA pin, uscita stereo digitale in standard S/PDIF di tipo coassiale (trasmette audio neutro, non influenzato da pitch, manopola vinyl, ecc.). CDJ-1000 può anche funzionare in modalità CD-Player standard. Clicca qui per consultare una tabella comparativa delle funzioni dei CDJ Pioneer dotati di modalità Vinyl.

 

PIONEER CDJ-800 (Scritto il 04/11/2003)

Il CDJ-800 della Pioneer è il “fratellino” del CDJ-1000, non mi dilungherò a lungo, in quanto molte delle caratteristiche sono identiche a quelle del “fratellone”, da me già recensito su questo sito. Mentre il CDJ-1000 è in metallo, il CDJ-800 si presenta invece con scocca in plastica, di colore grigio. Si notano fin da subito la mancanza, rispetto al 1000, dello slot per MMC Card, e la disponibilità di un solo pomello per la regolazione della velocità di entrata in azione del controllo da manopolone per la modalità Vinyl. Altra differenza, stavolta additiva, consta nei 4 pulsanti incolonnati in alto nella parte sinistra che l’800 ci fornisce per variare la lunghezza del loop impostato a mano, oppure per crearne automaticamente uno preciso in tempo reale. Ciò che manca rispetto al modello superiore sono quelle caratteristiche ulteriori dedicate ai DJ più tecnici e “smanettoni”, dall’indubbia utilità, ma che venendo a meno hanno reso possibile la creazione di un prodotto dall’ottimo rapporto qualità/prezzo fatto su misura per chi utilizza i CD nelle proprie serate, ma non vuole perdere il tocco del vinile; per quanto concerne la modalità Vinyl non vi sono differenze, il controllo è estremamente realistico, identico a quello del CDJ-1000. Per finire, CDJ-800 dispone di un pitch control che può lavorare fino a +/- 100%. Clicca qui per consultare una tabella comparativa delle funzioni dei CDJ Pioneer dotati di modalità Vinyl.

 

PIONEER CDJ1000 MKII (Scritto il 04/11/2003)

Nuova versione del CD Player di punta della Pioneer, che aggiunge nuove ed importanti funzioni alle eccezionali performance del precedente modello che ha cambiato il modo di utilizzare i CD in ambito DJ. La versione MKII del CDJ-1000 nasce sostanzialmente per portare nuove funzioni implementate nel CDJ-800 anche nella versione di punta. Pressoché identico alla precedente versione, se non per una bordatura argentata che delimita la grande wheel centrale, il CDJ1000 MKII mantiene quattro differenti range di intervento del pitch control, sostituendo però il +/- 24% con il +/- 100%. Da segnalare che quando si opera con il range +/-100% la risoluzione di intervento scende a 0,5% per ciascun step, rendendo difficoltosa la messa a tempo. Sempre per ciò che concerne la risoluzione di intervento del pitch control, va segnalato che è stata raffinata nel range +/-16%, passando da uno 0,1% per step della precedente versione ad uno 0,05% del CDJ-1000MKII. Altra importante novità consiste nella possibilità di utilizzare le funzioni dedicate ai DJ anche quando si utilizza l’uscita digitale in formato S/PDIF coassiale, cosa che nella versione precedente così come nella maggior parte dei CD-Player in commercio, non era possibile. A concludere l’elenco delle novità più importanti troviamo finalmente la presenza di una memoria MMC da 16MB che Pioneer fornisce insieme al lettore. Clicca qui per consultare una tabella comparativa delle funzioni dei CDJ Pioneer dotati di modalità Vinyl.

 

PIONEER DVJ-X1 (15/03/2005)

pioneer dvjx1 450Il DVJ-X1 della Pioneer è sostanzialmente un CDJ-1000MK2 capace di operare contemporaneamente su audio e video dato che legge DVD video; è comunque possibile usarlo anche come lettore CD professionale per DJ. Prima di tutto scopriamo l’area posteriore adibita alle connessioni, dove incontriamo un interruttore che serve ad abilitare/disabilitare le funzioni DJ, permettendo quindi di utilizzare il prodotto come un semplice lettore DVD (Normal), oppure come strumento per DJ con funzioni di scratch, pitch control, loop, cue, ecc. ecc.. Le connessioni disponibili sono le seguenti: audio out stereo analogica (L/R formato RCA), due uscite video separate (una preview) entrambe disponibili sia in formato RCA coassiale, sia S-Video; l’uscita video principale (sempre composita) è disponibile anche su connettore BNC. Per quanto riguarda il video sono disponibili anche le 3 uscite separate (Y, CB/PB, CR/PR) in formato BNC. Chiudono la carrellata di connessioni la presa BNC dedicata alla sincronia con altri apparecchi digitali, l’uscita audio digitale in formato S/PDIF coassiale (RCA) e la presa minijack chiamata “Control” che funge da fader start e relay. Sempre nel pannello posteriore, ma sul lato opposto troviamo la presa di corrente e il pulsante On/Off. Inserito il DVD video la prima cosa che apparirà sarà il classico menù, sì proprio come accade quando guardiamo i DVD nei nostri lettori o sul PC; è naturale che i contenuti varieranno di supporto in supporto. Per navigare all’interno del menù dobbiamo utilizzare il comodo pulsante/joystick a 4 posizioni di colore grigio, che ci permetterà di muoverci nelle varie voci del menù spostandoci sopra, sotto, a destra e sinistra.

 

Per confermare e quindi far riprodurre il video scelto premeremo il tasto “Enter”. In ogni momento potremo tornare al menù premendo l’omonimo tasto. Sempre per quanto riguarda le funzionalità DVD molto interessanti sono la possibilità di variare l’angolo di visualizzazione (logicamente solo se il video è stato ripreso da più angolature differenti), e il sottofondo audio, ossia nel caso vi fossero differenti contenuti audio attribuiti al filmato dal produttore del DVD, noi potremo passarli in rassegna uno ad uno premendo il tasto “Audio”. Molto ampio è il display dove le informazioni sulle tracce e i video a disposizione vengono visualizzati in modo chiaro, così come l’attivazione del Master Tempo, la velocità in BPM e la percentuale di pitch control impostata. Per quanto riguarda l’estrazione del CD o DVD è possibile impostare tramite interruttore l’attivazione e la disattivazione della stessa, al fine di evitare estrazioni involontarie, comunque difficili da verificarsi perché il tasto Eject è collocato all’interno di una cornice rialzata in plastica; al suo fianco è presente il tasto “Stop”. Veniamo ora alle caratteristiche utili al DJ. Per quanto riguarda il pitch control i range operativi a disposizione sono 4: +/-6, 10, 16 e 100% (Wide). Presente anche il tasto “Tempo Reset” per disabilitare il pitch control e il tasto “Master Tempo” per applicare l’omonima funzione. La modalità vinile, che permette di gestire le nostre tracce audio e video come se si trattasse di tracce di un disco, la si attiva premendo il tasto “Vinyl”: un led blu ne segnala l’attivazione. Quando questa non è attivata si lavorerà in stile CDJ100, con la sola ricerca al frame tramite la parte centrale della Jog wheel e il pitch bending sul fianco. Quando ci troviamo nel modo Vinyl disponiamo anche della funzione “Hyper Jog Mode”, la quale consente uno scrub molto più veloce all’interno delle tracce rispetto al modo tradizionale.

 

pioneer dvjx1 retro 450Un apposito tastino incassato retro-illuminato di rosso (quando la funzione è attiva) ne permette l’attivazione. Oltre al classico CUE, il DVJ-X1 della Pioneer dispone di 3 Hot Cue impostabili al volo durante la riproduzione attivando la funzione “REC MODE” con l’omonimo pulsante. Nel modo “REC MODE” i tre pulsanti A, B e C corrispondenti ai tre punti di Hot Cue si illuminano di rosso. Una volta impostati gli Hot Cue, disabilitiamo “REC MODE”; i tre pulsanti si illumineranno di verde segnalando così la possibilità di richiamare al volo uno dei tre punti. Tra le altre funzioni disponibili segnalo i due potenziometri dedicati alla regolazione della velocità di partenza e di fermata della traccia, utile, ad esempio, per simulare lo spegnimento del giradischi, e la leva per la selezione della direzione di riproduzione (avanti/reverse). Oltre al classico loop utilizzabile con i tasti In/Out e Reloop/Exit troviamo un pulsante chiamato Emergency loop il quale permette di impostare automaticamente un loop con la pressione di un solo tasto. Da segnalare il led orizzontale di colore blu sito in prossimità della fessura per l’inserimento del supporto CD o DVD. Il DVJ-X1 dispone anche di una periferica Smart Card per il salvataggio e il richiamo dei punti di CUE. Che dire, un ottimo prodotto che garantisce tutte le funzioni professionali di un lettore CD applicabili allo stesso tempo anche al video. Risolti anche i problemi di sincronia tra l’audio e il video che si verificavano spesso nei vecchi campioni esposti nelle varie fiere internazionali nelle quali lo provai in precedenza. Sono poi disponibili numerose funzioni per la configurazione della macchina (tasto SETUP), che esulando dal mondo DJ vi evito di illustravi.

 

Pubblicato in: Strumenti per DJ, DJing

2 commenti

  • Jonathan

    inviato da Jonathan

    Martedì, 07 Maggio 2019 18:34

    Belli ma il prezzo quale?

    Rapporto
  • Marco

    inviato da Marco

    Mercoledì, 02 Maggio 2018 17:41

    Bellissima descrizione dei prodotti, ma mi è rimasto ancora un dubbio.
    Vorrei sapere se in questi modelli di console dj è presente il tasto "sincronizzazione automatica" ??
    per sincronizzare i bpm di due canzoni

    Rapporto

Lascia un commento

Per info e domande su questo articolo: NON telefonare, NON inviare e-mail. Usa il campo commenti a seguire.



Articoli correlati (da tag)

Seguimi su Instagram

instagram federico simonazzi alarmusic

LOOP, SAMPLES & PLUG-IN

Seguimi su LinkedIn

linkedin-federico-simonazzi-alar

SEGUICI SU FACEBOOK

DAL NOSTRO YOUTUBE

Strumenti per DJ e Producer

adv akai professional midi controller eko

Vai all'inizio della pagina

Copyright 1999-2020. All Rights Reserved, Tutti i Diritti Riservati.

Alar's Recording Studio di Simonazzi Federico - Parma - Italy - P.IVA 02115850345

Professionista di cui alla Legge n°4 del 14 gennaio 2013 pubblicata nella GU del 26/01/2013

Produzione/Informazione/Insegnamento in ambito musicale

Our Mission: To spread new technologies in DJs and Musicians Wor(l)ds

Tel/Fax +39 0521258446 - e-mail: studio@alarmusic.com - Web Site: http://www.alarmusic.com

www.corsidj.com - www.corsoabletonlive.com - www.studiodiregistrazione.info - www.studiodiregistrazione.pro

Il materiale presente in questo sito non può essere copiato, duplicato, venduto, o utilizzato in altri documenti, prodotti, ecc.

This material may not be sold, duplicated on other websites, incorporated in commercial documents or products, or used for promotional purposes.

Nel nostro sito troverai annunci pubblicitari e/o link pubblicati da terzi, con i quali NON abbiamo nessun rapporto di partnership diretta e/o controllo sugli annunci pubblicati.

Pertanto, quando accedi a siti esterni tramite link, o banner qui pubblicati, noi NON siamo responsabili del contenuto e/o dei servizi, o prodotti da essi offerti.

Per ulteriori informazioni consulta

Privacy Policy

Cookie Policy