VIRTUAL DJ 8 INTRODUZIONE ALLA RECENSIONE TUTORIAL

ATOMIX PRODUCTIONS VIRTUAL DJ 8 RECENSIONE E TUTORIAL A CURA DI SIMONAZZI FEDERICO ALARMUSIC

I fedelissimi di questo sito si ricorderanno che già in occasione del Musikmesse 2012 parlai di Virtual DJ 8, per poi riprendere più volte il discorso in questi due anni, in particolare a Settembre 2013 quando venne presentata in Europa, al BPM di Birmigham, la nuova funzione “SandBox” (clicca per leggere l’articolo). Virtual DJ 8 è, come dichiarano gli stessi produttori e sviluppatori della Atomix Productions, una pietra miliare nella storia di un software che fonda le sue radici a metà degli anni 90. Virtual DJ nella sua storia quindicennale è stato il precursore nel mixaggio video in stile DJ, quando all’epoca – più vado avanti a scrivere e m’accorgo che ormai “c’ho una certa…” - servivano console hardware costosissime allo scopo. Anche lo storico campionatore a slot, che è stato abbandonato in questa release per dare spazio al nuovo sampler audio/video stile MPC (con tanto di editor), è stato uno dei primi integrati in un software per DJ; così come il supporto time-code, che non richiede hardware dedicati in VDJ, ma funziona con qualsiasi scheda audio a patto che sia dotata di driver a bassa latenza.  

 

UN PO’ DI STORIA SU ATOMIX PRODUCTIONS VIRTUAL DJ

Atomix Productions nasce come start-up in Francia, nella seconda metà degli anni ’90 per mano dello sviluppatore e business man Stephane Clavel. Ricordo ancora quando tra le recensioni che facevo per la stampa cartacea in quel periodo mi capitò tra le mani il “softwarino” Atomix MP3. Di acqua sotto i ponti da allora n’è passata e oggi la Atomix Productions Inc. ha sedi sparse per il globo (Stati Uniti, Ucraina e Cina), collaboratori in 12 differenti stati e Virtual DJ è diventato il software di mixaggio audio/video più usato nel mondo, visto che secondo le stime di siti di download (download.com e softonic.com) è stato scaricato ben 150.000.000 di volte. A questo dato bisogna poi aggiungere le numerose versioni LE fornite gratuitamente in dotazione ai vari controller delle aziende con le quali vi sono partnership in atto: Pioneer, Numark, Hercules, Gemini, American Audio, Vestax. Il risultato è che quotidianamente sono circa 6.000.000 gli utenti che utilizzano Virtual DJ, con una cospicua rete di utenti realmente appassionati e seguaci del prodotto, cosa nessun altro software in campo DJ può vantare. Il software Virtual DJ ha ricevuto vari premi, il più recente a Miami in occasione della Winter Music Conference, dove si è aggiudicato il titolo di “Best DJ Software” nel 29° IDMA Awards.

 

 

VIRTUAL DJ 8 IN GENERALE

VDJ8 SAMPLERATEVirtual DJ 8 è stato completamente ricodificato, per questo motivo l‘attesa è durata circa 3 anni, quanti sono stati quelli di sviluppo e test insieme alla realizzazione delle nuove features, perché si è dovuto mettere ordine ad un codice ormai saturo e quindi ostacolante futuri aggiornamenti. La Atomix non si è limitata alla sola scrittura da zero del codice, ma ha integrato nuove funzioni ed un layout grafico accattivante in linea con i competitor, in realtà già “accennato” con la versione 7. Prima di tutto Virtual DJ 8 vede il motore audio rivisitato con processazione del segnale audio a 32-bit e nuovi algoritmi per equalizzazione, filtri, limiter, nonché l’ottimizzazione e una migliore integrazione con l’algoritmo di pitch/stretching élastique Efficient V2 by Z-Plane  (lo stesso alla base del time stretch di Ableton Live 8 e 9 per capirci…) già introdotto nella precedente versione; il tutto capace di sfruttare adeguatamente le potenzialità dei nuovi computer (CPU) al fine di riprodurre un suono di miglior qualità. Il sample rate del software può essere variato dall’utente, ma, onestamente – e lo dichiarano gli stessi produttori – dato che la maggior parte dei file audio utilizzati sono .mp3 e comunque vengono masterizzati a 44.100Hz, l’impiego di un sample rate superiore non produrrebbe assolutamente una miglior qualità, anzì… È interessante però sapere che il software sia pronto per operare a sample-rate superiori, dato che alcuni portali già propongono in vendita file HQ e presto, visto il potenziarsi della velocità della rete Internet sarà facile recuperare file audio masterizzati a frequenze di campionamento elevate. Per chi opera nel mixaggio audio/video l’impiego dei 48kHZ potrebbe tornare comodo e risultare qualitativamente superiore; sono però finezze che probabilmente sfuggiranno agli impianti audio in circolazione nella maggior parte dei club. Ma come si fa a variare il sample-rate che, come dicevo sopra, viene di default impostato a 44.1kHz? Semplice, andiamo nella finestra di configurazione di Virtual DJ 8 e nella colonna di sinistra selezioniamo la voce “Opzioni”. Procediamo ora a spuntare la casella “Mostra Opzioni Avanzate” in alto a destra, per poi cliccare sul “+” di fianco a “Performances”. Prima voce di questo menù sarà per l’appunto Sample Rate.

 

 

FOTO GALLERY VIRTUAL DJ 8

Click to enlarge image virtual-dj-8-2deck.jpg

VIRTUAL DJ 8 LAYOUT DI DEFAULT A 2 DECK

 

POLITICA COMMERCIALE PER VIRTUAL DJ 8

La politica commerciale della Atomix Productions riguardo il nuovo Virtual DJ 8 è davvero interessante, per certi versi rivoluzionaria. Prima di tutto bisogna sottolineare che Virtual DJ è e sarà venduto esclusivamente attraverso il sito ufficiale http://www.virtualdj.com, o a mezzo dell’acquisto “in-app” cioè direttamente tramite il software stesso, pertanto diffidate da chiunque vi proponga in vendita il software in questione, visto, tra l’altro, che la licenza non potrà essere condivisa, rivenduta, o ceduta ad altri. Virtual DJ è un software gratuito (appariranno pubblicità durante l’utilizzo del software) per tutti coloro che lo usano a livello amatoriale senza controllarlo da MIDI USB controller hardware. Vi è poi una licenza “Advanced Home User” destinata a coloro che non desiderano acquistare la versione PRO ed impiegano esclusivamente un singolo controller hardware con il software Virtual DJ 8. Il prezzo della licenza in questo caso varia dai 49 ai 199$ (Dollari USA) in relazione al costo/livello dell’hardware posseduto. Nel sito Virtual DJ (clicca qui) troverai un apposito menù a tendina nel quale, selezionando il tuo controller, ti apparirà il prezzo a te riservato per l’acquisto della licenza “Advanced Home”. Ad esempio, per gli utenti che possiedono un controller Numark della serie Mixtrack (PRO II, Quad o Edge) il costo del software Virtual DJ 8 sarà di 99 dollari, di 149 dollari per chi invece possiede il Mixdeck Quad, mentre per chi usa il controller con wheel motorizzate Numark NS7IIl’esborso sarà di 199$. Per gli utenti Pioneer si va dai 99$ per chi possiede Ergo ai 149$ per gli utenti DDJ-S1, fino ai 199$ per usare Virtual DJ 8 con il DDJ-SX. La Licenza PRO è obbligatoria, come da contratto (EULA) accettato in fase di installazione dall’utente, per tutti coloro che utilizzano il software a scopo di lucro, quindi professionalmente, guadagnando attraverso l’utilizzo nelle esibizioni. Detta licenza PRO è sicuramente più conveniente per chi possiede, quindi usa il software di mixaggio Virtual DJ con più controller hardware. La versione PRO è inoltre necessaria per chi volesse usufruire di funzioni come quella “controller definition”, utile al fine di creare mappature ad hoc per gli hardware non supportati nativamente da Virtual DJ, per chi necessitasse del salvataggio dei podcast e della rimozione o sostituzione del logo dall’uscita Video. Le sorprese però non finiscono qui, visto che la licenza PRO si suddivide a sua volta in due opzioni d’acquisto: Infinity e Subscriber. La prima è, come dice il nome stesso, infinita (senza limiti di tempo) e ha un costo di 299 dollari USA, mentre quella Subscriber è in pratica un noleggio mensile al costo di 19$ che verrà addebitato sulla vostra carta di credito o PayPal e vi darà diritto a tutte le funzione di Virtual DJ 8 PRO fino a quando disdirete l’addebito mensile.

 

Per ciò che concerne le nuove funzioni, vi ho già parlato dell’ottima funzione Sandbox all’epoca della sua introduzione, quindi vi rimando all’articolo che potete consultare cliccando qui per ulteriori informazioni in merito e vado pertanto ad elencarvi a seguire le altre novità salienti che ho suddiviso in più capitoli organizzati in differenti pagine web per semplificare l’impaginazione e fornire una migliore consultazione.

 

CAPITOLI DELLA RECENSIONE & TUTORIAL VIRTUAL DJ 8:

(clicca sul titolo per consultare il capitolo)

SERVIZI & CORSI DELL'ALAR’S RECORDING STUDIO

alar-recording-studio-from-dx-250

Per info sul nostro Corso Base di Mixaggio per DJ: clicca qui

Pubblicato in: Strumenti per DJ, DJing

1 commento

  • Max

    inviato da Max

    Martedì, 26 Giugno 2018 14:38

    Ciao Federico è uscito Virtualdj 2018 che include nuove ed esclusive funzionalità tra cui la possibilità di trasmettere live neo social network più diffusii!!

    Rapporto

Lascia un commento

Per info e domande su questo articolo: NON telefonare, NON inviare e-mail. Usa il campo commenti a seguire.



Articoli correlati (da tag)

Seguimi su Instagram

instagram federico simonazzi alarmusic

LOOP, SAMPLES & PLUG-IN

Seguimi su LinkedIn

linkedin-federico-simonazzi-alar

SEGUICI SU FACEBOOK

DAL NOSTRO YOUTUBE

Strumenti per DJ e Producer

adv akai professional midi controller eko

Vai all'inizio della pagina

Copyright 1999-2021. All Rights Reserved, Tutti i Diritti Riservati.

Alar's Recording Studio di Simonazzi Federico - Parma - Italy - P.IVA 02115850345

Professionista di cui alla Legge n°4 del 14 gennaio 2013 pubblicata nella GU del 26/01/2013

Produzione/Informazione/Insegnamento in ambito musicale

Our Mission: To spread new technologies in DJs and Musicians Wor(l)ds

Tel/Fax +39 0521258446 - e-mail: studio@alarmusic.com - Web Site: http://www.alarmusic.com

www.corsidj.com - www.corsoabletonlive.com - www.studiodiregistrazione.info - www.studiodiregistrazione.pro

Il materiale presente in questo sito non può essere copiato, duplicato, venduto, o utilizzato in altri documenti, prodotti, ecc.

This material may not be sold, duplicated on other websites, incorporated in commercial documents or products, or used for promotional purposes.

Nel nostro sito troverai annunci pubblicitari e/o link pubblicati da terzi, con i quali NON abbiamo nessun rapporto di partnership diretta e/o controllo sugli annunci pubblicati.

Pertanto, quando accedi a siti esterni tramite link, o banner qui pubblicati, noi NON siamo responsabili del contenuto e/o dei servizi, o prodotti da essi offerti.

Per ulteriori informazioni consulta

Privacy Policy

Cookie Policy