ABLETON LIVE FAQ: PERCHÉ LE CLIP NON PARTONO SUBITO

ABLETON LIVE FAQ:  PERCHÉ LE CLIP NON PARTONO SUBITO

Tra le domande più frequenti che mi vengono poste da chi per la prima volta utilizza un MIDI controller per riprodurre le clip nella finestra “Session” di Abeton Liveci sono le seguenti: “Quando ho una clip in riproduzione e ne voglio far partire un’altra, quest’ultima non parte subito, ma è come se dovessi aspettare la fine della battuta. Come risolvere?”. Oppure: “Perché quando premo un pad del controller per lanciare una clip questa non parte subito?”

 

Prima di tutto occorre specificare che non si tratta di un problema dei controller, bensì di una peculiarità del software Abeton Live, il quale - di default - sincronizza e quantizza la riproduzione delle clip in base alla velocità in BPM e alla quantizzazione generale del progetto. Grazie alla finestra Edit Launch è possibile variare la quantizzazione di riproduzione (start) per ciascuna clip selezionata, usufruendo dell’apposito menù a tendina, nel quale potremo selezionare il valore a noi utile: None, ossia NON quantizzato (riproduzione libera),  Global, quindi legato al valore impostato per tutto il progetto, oppure impostando uno dei vari valori metrici riportati a seguire: 8 misure (Bars), 4 misure, 2 misure, 1 misura, mezza misura, 1/4, 1/8, 1/16, 1/32. Per i valori dalla mezza misura a stringere è inoltre disponibile il terzinato (T).

 

Variare la quantizzazione di riproduzione e partenza delle clip in Ableton Live - Articolo a cura di Federico Simonazzi

 

Procedura passo a passo:

 A) Selezioniamo la clip

B) Visualizziamo la finestra “Launch”, nell’area di editing

C) Per farla apparire, click sulla piccola "L" in basso, nell'angolo a sinistra

D) Nel menù “Quantization” selezioniamo il valore desiderato

 

Il Menù per l'impostazione del valore di quantizzazione per la riproduzione delle clip in Ableton Live - Articolo a cura di Federico Simonazzi

 

Questa funzione di quantizzazione dello start delle clip è molto utile, dato che vista l’assenza del pitch bending sui singoli canali, nel caso partissimo “fuori sincrono”, cioè sfasati rispetto ad un’altra clip in riproduzione su un altro canale, o a più clip riprodotte da più canali, non sarebbe possibile correggere lo sfasamento come si è soliti fare con le classiche spintarelle e i rallentamenti applicabili nei lettori CD, con i giradischi, o i software di mixaggio in stile console da DJ. Suggerisco pertanto, specie se state cominciando ad utilizzare Abeton Live per la prima volta, di non impostare quantizzazioni inferiori al quarto. Poi, via via che prenderete la mano su questo concetto di riproduzione, potrete scendere e sperimentare valori di quantizzazione più stretti.

 

Ableton Samples from Loopmasters

 

Per info sui corsi di Ableton Live:

http://www.alarrecordingstudio.com/corsi-ableton-live.html

 

Per info sui nostri Corsi di Computer Music & DJing:

http://www.alarrecordingstudio.com/corsi.shtml  

 

GLOSSARIO DEI TERMINI INCONTRATI IN QUESTO ARTICOLO

Clip: In Abeton Live gli elementi audio e MIDI presenti nelle tracce del software, sia nella finestra Arragement, sia nelle celle della finestra Session sono detti Clip. Una traccia può ospitare più clip, ad esempio: differenti take di registrazione, sample audio, o pattern MIDI. Le singole cellette della finestra Session possono ospitare ognuna una singola clip. Ogni canale della finestra Session di Abeton Livepuò riprodurre una sola Clip per volta. IMPORTANTE: Da NON confondere con il Clip, fenomeno distruttivo - taglio della cresta del segnale audio - che si verifica oltrepassando lo 0dBfs.

 

Finestra Session: Abeton Livefornisce due distinte finestre di lavoro, quella Arrangement che è la classica vista in stile D.A.W., utile nella registrazione e produzione musicale in studio di registrazione, e quella Session pensata per l’uso del software nelle performance Live, nonché impiegabile come finestra mixer nelle fasi di produzione musicale, in quanto qui vengono visualizzati i singoli channel strip delle tracce. Ogni channel strip fornisce varie cellette, all’interno delle quali potremo caricare/riprodurre/registrare delle “clip”, dei samples, loop o intere canzoni (per i DJ Set) nei canali audio. È possibile la riproduzione di una singola celletta/clip per ciascun canale. Per i Live Set, potremmo quindi pensare alla finestra Session di Abeton Live come ad un mixer nel quale su ogni canale è integrato un lettore di file audio e questo lettore ha tante tracce a disposizione quante sono le clip caricate nelle rispettive cellette. Ogni canale potrà riprodurre una sola delle clip in esso caricate per volta; non vi saranno però limiti al numero di canali che potranno tutti - e in contemporanea - riprodurre una clip. Ogni canale può naturalmente ospitare più effetti plug-in sia sviluppati dalla Ableton, sia di terze parti. La finestra Session e quella Arrangement possono interagire tra di loro, ad esempio registrando nell’Arrangement quello che accade durante un Live Set nella Session, e così via. Per passare da una finestra all'altra basta premere il tasto "TAB" nella tastiera del computer. 

 

 

MIDI Controller: è uno strumento che invia mediante i vari controlli fisici in esso presenti degli eventi MIDI che vengono interpretati da altri strumenti software o hardware ad esso connessi come dati di controllo. Ad esempio, il tasto di una tastiera o un pad per riprodurre una nota di uno strumento virtuale. In questo caso premendo un tasto/pad si invia un messaggio MIDI detto Note on, che contiene al suo interno l’identificativo del canale MIDI, l’identificativo della nota suonata/da suonare, il valore di velocity (dinamica, ma solo se il tasto o pad è sensibile) e quello di Note off al rilascio della nota/pad. Oppure, un fader o un potenziometro rotativo, per controllare un qualsiasi parametro di un software mediante l’invio di messaggi di tipo Control Change.

 

BPM: Erroneamente tradotto e divenuto di uso comune tra i DJ Italiani come “Battute Per Minuto”, l’acronimo B.P.M. sta in realtà per “Battiti Per Minuto” (Beats Per Minutes; NON Bars Per Minutes), ovvero per il numero di quarti, quindi di colpi di cassa (nella musica dance ed elettronica) che si susseguono in un minuto. Perché “erroneamente tradotto”, perché “Battuta” nel gergo musicale Italiano è sinonimo di “Misura”, pertanto in un brano di qualsivoglia genere dance (EDM, House, Techno, Progressive, Minimal, ecc.) costruito in 4/4, all’interno di ciascuna misura o battuta troviamo in realtà 4 battiti: 4 quarti, 4 colpi di cassa.

 

Quantizzazione: La quantizzazione ritmico/metrica - da NON confondersi con la quantizzazione della teoria dei segnali nella conversione A/D-D/A -  è una funzione che consente di obbligare alcune operazioni a rispettare un determinato valore ritmico impostato dall’utente. Tra queste operazioni possiamo citare come esempio la partenza di una clip in Abeton Live, il posizionamento, lo spostamento,  lo split, il copia/incolla, ecc. di una o più note MIDI, o campioni audio. Nei sequencer (oggi conosciuti ai più con il termine di DAW) la funzione di quantizzazione consente di correggere eventuali note MIDI suonate non in griglia (non precise, non a tempo), quindi di far si che l’attacco delle note venga precisamente collocato in corrispondenza del valore metrico impostato più vicino. La quantizzazione è altresì applicabile alla lunghezza delle note MIDI.

 

Pluginboutique - VST Plugins Buy Instruments Effects and Studio Tools

 

L’AUTORE FEDERICO SIMONAZZI A.K.A. ALAR

Esperienza ventennale nel campo del DJing, del MIDI e della sintesi sonora, da ormai 10 anni segue per la EKO MUSIC GROUP S.P.A. il supporto tecnico dei MIDI controller prodotti da importanti produttori internazionali, come AKAI Professional, Numark, Alesis, Korg, collaborando altresì nelle fasi di sviluppo e Beta test. L’Alar’s Recording Studio di Simonazzi Federico è stata la prima struttura in Italia a realizzare un corso di Ableton Live nel 2002/2003, producendo altresì vari video didattici, di cui una serie inclusa in un’iniziativa discografica prodotta nel dalla Time Records nel 2008. Redattore di articoli tecnici per riviste e siti web, Docente Certificato Steinberg e Digidesign Pro Tools Operator, nonché fonico e producer per ulteriori informazioni su Federico Simonazzi puoi visitare la pagina web dedicata cliccando qui.

 

Per informazioni sui Corsi di Computer Music & DJing:

http://www.alarrecordingstudio.com/corsi.shtml  

 
Pubblicato in: Tutorial, Tips & Tricks

6 commenti

  • Alarmusic

    inviato da Alarmusic

    Domenica, 16 Luglio 2017 19:42

    Ciao Andrea, penso tu ti riferisca alla quantizzazione di inizio e di fine delle note MIDI di Cubase, cosa che fa anche Live. Ableton ragiona in modo diverso in modo Session, quindi riproducendo le clip da un controller a matrice (come il Launch Pad) e associando a dette clip dei loop audio ad esempio, tutto dovrà essere perfettamente sincronizzato per evitare "casotti", per questo è fondamentale che la loro partenza sia in "griglia". Puoi far fronte alla tua necessità utilizzando la sezione "Follow Action" della finestra di editing "Launch". Nelle prime tre caselle inserirai 1 (Misura), 0 (quarti), 0 (sedicesimi); nel menù a tendina sotto la prima casella (dove hai impostato 1, oppure la durata in misure che vuoi attribuire alla tua clip) imposterai "Next" (icona freccia rivolta verso il basso, che significa fai partire la clip sotto). Fatto questo, riproducendo la prima clip vedrai automaticamente partire la successiva (quella sottostante nel canale) dopo una misura. Se invece imposti 8 (misure), 0 (quarti), 0 (sedicesimi) la clip verrà riprodotta per 8 misure, per poi far partire automaticamente la successiva, e così via.

    Rapporto
  • Andrea

    inviato da Andrea

    Domenica, 16 Luglio 2017 09:29

    Bell'articolo, ma come faccio a dire ad ableton che prima di far partire con un'altra clip , deve arrivare dino alla fine di quella in corso? E questo indipendentemente dal numero di beat in anticipo? Tale funzione esiste in cubase, ma purtoppo non esiste un launchpad per comandare cubase… .

    Rapporto
  • Shark DK

    inviato da Shark DK

    Domenica, 09 Giugno 2013 09:38

    Non sapevo del BPM...

    Rapporto
  • Andre

    inviato da Andre

    Sabato, 08 Giugno 2013 23:12

    Devo ringraziare Federico che mi rispose a questa domanda nel commento ad pubblicato in un suo video di youtube, qui mi ha dato altri spunti interessanti

    Rapporto
  • Sergio

    inviato da Sergio

    Sabato, 08 Giugno 2013 22:09

    Wow finalmente con il mio novation launch pad non capivo il xkè di questo ritardi nella partenza delle tracce

    Rapporto

Lascia un commento

Per info e domande su questo articolo: NON telefonare, NON inviare e-mail. Usa il campo commenti a seguire.



Articoli correlati (da tag)

Seguimi su Instagram

instagram federico simonazzi alarmusic

LOOP, SAMPLES & PLUG-IN

Seguimi su LinkedIn

linkedin-federico-simonazzi-alar

SEGUICI SU FACEBOOK

DAL NOSTRO YOUTUBE

Strumenti per DJ e Producer

adv akai professional midi controller eko

Vai all'inizio della pagina

Copyright 1999-2021. All Rights Reserved, Tutti i Diritti Riservati.

Alar's Recording Studio di Simonazzi Federico - Parma - Italy - P.IVA 02115850345

Professionista di cui alla Legge n°4 del 14 gennaio 2013 pubblicata nella GU del 26/01/2013

Produzione/Informazione/Insegnamento in ambito musicale

Our Mission: To spread new technologies in DJs and Musicians Wor(l)ds

Tel/Fax +39 0521258446 - e-mail: studio@alarmusic.com - Web Site: http://www.alarmusic.com

www.corsidj.com - www.corsoabletonlive.com - www.studiodiregistrazione.info - www.studiodiregistrazione.pro

Il materiale presente in questo sito non può essere copiato, duplicato, venduto, o utilizzato in altri documenti, prodotti, ecc.

This material may not be sold, duplicated on other websites, incorporated in commercial documents or products, or used for promotional purposes.

Nel nostro sito troverai annunci pubblicitari e/o link pubblicati da terzi, con i quali NON abbiamo nessun rapporto di partnership diretta e/o controllo sugli annunci pubblicati.

Pertanto, quando accedi a siti esterni tramite link, o banner qui pubblicati, noi NON siamo responsabili del contenuto e/o dei servizi, o prodotti da essi offerti.

Per ulteriori informazioni consulta

Privacy Policy

Cookie Policy