MIDI MASTER KEYBOARD USB DA TASTIERA A CONTROL SURFACE

Masterkeyboard MIDI USB da semplici tastiere a superfici di controllo

Le tastiere MIDI USB al giorno d’oggi sono un’estensione fisica indispensabile per chi vuole produrre musica al computer, o più semplicemente suonare utilizzando il computer o i device iOS come sorgente sonora. Perché MIDI e USB? Perché la tipologia di messaggi inviati dai singoli controlli fisici (tasti, potenziometri, pad, ecc..) presenti in una Master Keyboard fanno parte del protocollo MIDI; USB perché questa è la tipologia di interfacciamento adottata per il collegamento ai computer o ai Device iOS (a mezzo di appositi adattatori), quindi per la trasmissione/ricezione dei dati MIDI, nonché per l’alimentazione nella maggior parte dei casi. In questo speciale in più puntate affronterò un po’ tutti gli aspetti dei MIDI USB Controller, cominciando dalle tastiere MIDI, dalle concatenazioni tra più strumenti ai messaggi del protocollo coinvolti, includendo via via in questo percorso didattico-pratico la spiegazione delle differenti tipologie di controlli che possiamo al giorno d’oggi incontrare. Le Master Keyboard possono essere infatti equipaggiate di vari controlli fisici addizionali come pad, potenziometri rotativi, fader, wheel (ruote) per modulation e pitch bending, controlli di trasporto (tasti play, stop, record), connessioni jack per il collegamento di pedali sustain e/o di espressione, etc.. Prima di proseguire nella lettura di questo articolo invito in particolar modo i principianti e chi non avesse grande dimestichezza con le reti MIDI a leggersi il tutorial dedicato alle porte MIDI consultabile cliccando qui.   

UN PO’ DI STORIA SULLA MASTER KEYBOARD NEL MIDI

In passato - ricordiamo che stiamo parlando di uno standard che nel 2013 ha festeggiato i suoi 30 anni - le Master Keyboard MIDI disponevano dei soli connettori DIN, spesso del solo MIDI Out. Solamente nel caso in cui al loro interno fossero disponibili dei suoni vi si potevano in queste trovare anche le connessioni MIDI In e Thru. Le tastiere USB/MIDI, infatti, NON sono sempre dotate di suoni, tutt’altro, tant’è che vengono spesso definite “mute”. Le master keyboard MIDI si collegavano al computer utilizzando le cosiddette interfacce MIDI, degli appositi box equipaggiati di più porte MIDI, che per il collegamento a PC e Apple sfruttavano inizialmente le connessioni seriali (ad es. Opcode 128x), poi sostituite da quelle USB. Queste interfacce dotate di più porte MIDI IN, OUT e a volte Thru servivano nello studio di registrazione per creare una cosiddetta rete MIDI, nella quale la tastiera assumeva il ruolo di “Master” (da qui deriva Master Keyboard) con il compito di inviare al computer i messaggi MIDI generati (note suonate, pitch bending, etc.). Nel computer vi era installato un software detto sequencer (oggi più comunemente chiamato DAW) utile per registrare, editare e quindi indirizzare i dati delle singole tracce MIDI (potremmo definirle come degli spartiti virtuali) presenti in un progetto verso l’esterno tramite le porte MIDI Out dell’interfaccia collegate a loro volta ai MIDI IN dei vari sintetizzatori o moduli sonori hardware (expander, sampler, etc.) presenti in studio. I dati MIDI contenuti nelle tracce venivano tramutati in suono (sonorizzati) da questi strumenti esterni, che attraverso le uscite audio in essi integrate si andavano a collegare agli ingressi di un mixer. Per chi stesse muovendo i primi passi in questo settore, ricordo che nel MIDI sono esclusivamente contemplati messaggi di controllo, comandi: NON suono, NON segnali audio. I collegamenti audio, essendo un’altra cosa, sono aggiuntivi e paralleli nei contesti MIDI. Al giorno d’oggi, le uscite audio dei moduli sonori, o synth MIDI si collegano direttamente agli ingressi dell’interfaccia audio e possono essere monitorati (ascoltati) tramite la funzione direct monitoring, oppure, nelle DAW performanti capaci di operare a bassissima latenza, a mezzo del monitoraggio software. È pertanto chiaro che prima di avviarci alla fase di finalizzazione (bounce) del progetto, l’audio generato da questi strumenti esterni dovrà essere registrato sotto forma di traccia (o tracce se ne stiamo usando più di uno) audio all’interno del progetto stesso. 

Scopri i nostri Corsi di Computer Music, Produzione Musicale e DJing: clicca qui

Consulta tutti i nostri tutorial dedicati al MIDI: clicca qui

Cerchi un MIDI Controller? Consulta i cataloghiAKAI PRO - ALESIS - KORG - ROLI

FOTO GALLERY LE MASTERKEYBOARD MIDI USB

Click to enlarge image akai-profesional-max49-masterkeyboard.jpg

AKAI PROFESSIONAL MAX49 è una master keyboard MIDI USB con funzionalità control surface Mackie Control e HUI, dotata di porte MIDI IN e OUT per l'intergrazione di altri strumenti MIDI esterni e di controllo CV Gate per suonare sintetizzatori modulari o analogi in cui non è disponibile il MIDI

 

L’ATTUALITÀ: DA TASTIERA A CONTROL SURFACE

Al giorno d’oggi le cose si sono notevolmente semplificate, tant’è che in studio di registrazione si utilizzano prevalentemente i virtual instrument e quindi ciò che occorre è più che altro uno strumento che ci permetta – una volta collegato al computer – di suonarli e, perché no, di controllarne eventualmente i parametri di modifica. Ecco perché, oltre ad una scheda audio a bassa latenza, ci occorre una Master Keyboard MIDI/USB. Queste tastiere “mute” spesso dispongono di porte MIDI (In e Out)nel formato DIN, quindi svolgono direttamente il ruolo di interfaccia MIDI per l’eventuale collegamento ad altri strumenti, come sintetizzatori, campionatori, moduli sonori, etc. MIDI compatibili. Collegate al computer tramite USB, queste tastiere aggiungeranno al nostro sistema operativo delle porte MIDI sotto forma di driver, che serviranno a far comunicare i software musicali con l’hardware e le eventuali porte fisiche in esso presenti. Di base, una tastiera MIDI USB una volta collegata al computer aggiunge una porta MIDI IN virtuale, che ha la funzione di ricevere su computer, quindi inviare ai software audio/MIDI i dati MIDI generati dalla tastiera stessa (note premute) e dai suoi eventuali controlli (pulsanti, pad, fader, knob, wheel, etc.). Nel caso questa tastiera MIDI USB fosse anche programmabile, attraverso un editor software dedicato ad esempio, nel computer comparirà anche una porta MIDI OUT virtuale la quale ci consentirà di inviare alla tastiera gli eventuali messaggi di programmazione atti a variarne le impostazioni interne. Un MIDI OUT vituale, inteso per come viene visto all’interno dei software, serve altresì per eventuali configurazioni in modalità External MIDI Clock, al fine di sincronizzare funzioni quali arpeggiatore, note repeat, o step sequencer che potrebbero essere integrati nella tastiera stessa; per approfondimenti in merito leggi un mio articolo dedicato cliccando qui. Nel caso la tastiera disponga di funzioni avanzate di controller, ad esempio possa operare come Control Surface in modalità Mackie Control o HUI, nei nostri software verrà visualizzata una porta MIDI IN dedicata ed utile a ricevere i dati trasmessi da questo protocollo di comunicazione, senza quindi occupare o disturbare le altre porte MIDI necessarie per “suonare”. Ad esempio, la MAX49 della AKAI Professional sfrutta a questo scopo la porta “MIDI In 4” (Windows), o “Max49 Mackie” su sistema operativo Mac. Lo stesso in questi casi vale per un eventuale MIDI OUT laddove la tastiera o il controller fossero in grado di ricevere, quindi di interagire sia nell’invio che nella ricezione dei dati del protocollo control surface utilizzato: per aggiornare i dati di un display, allineare fader motorizzati, sincronizzare la retroilluminazione di pad, pulsanti e/o dei led meter. Usando sempre come esempio la MAX49 della AKAI Professional, una volta collegata via USB al computer si aggiungerà anche una porta “MIDI OUT 4” utile per inviare alla tastiera i dati generati via software, quindi ottenere un feedback visivo real-time sui touch fader. Questo permetterà, spostando via mouse i fader del mixer delle DAW Cubase, Logic, Ableton Live, o di altro software controllato in modalità Mackie Control o HUI, di aggiornare i led presenti nei touch fader della Max49, i quali, indicando in tempo reale il valore del parametro controllato, varieranno di conseguenza. Anche le tastiere/controller Korg Taktile dispongono di driver MIDI dedicati denominati “DAW” (In e Out) utili a quanto detto sopra, ossia da configurare per l’uso in modalità control surface. Nella galleria fotografica a corredo dell’articolo troverete un esempio di configurazione della Korg Taktile 49 come superficie di controllo “Mackie Control” insieme al software Ableton Live.

 

Lo stesso avviene nel caso in cui la tastiera MIDI USB disponesse di porte MIDI fisiche (connettori DIN), quindi fungesse anche da interfaccia: per ciascuna di queste porte MIDI (In e Out) nel nostro computer, o meglio nelle impostazioni MIDI dei vari software, ritroveremo le rispettive porte virtuali utili a ricevere (In) o ad inviare (out) verso queste porte fisiche i dati MIDI. Recentemente le tastiere e le interfacce MIDI USB vengono altresì impiegate con i device iOS, come iPad e iPhone grazie al Camera Connection Kit della Apple per i device a 30pin, o al Lightning to USB Adapter per i più recenti, e cominciano ad entrare timidamente anche nel mondo AndroID, per controllare, quindi suonare le vare applicazioni musicali disponibili su queste due piattaforme. A proposito dell’uso dei MIDI controller con i device iOS potete leggere un mio speciale/tutorial cliccando qui.

Scopri i nostri Corsi di Computer Music, Produzione Musicale e DJing: clicca qui

Consulta tutti i nostri tutorial dedicati al MIDI: clicca qui

Cerchi un MIDI Controller? Consulta i cataloghiAKAI PRO - ALESIS - KORG - ROLI

ESEMPI DI COLLEGAMENTI MIDI/USB

Nella maggior parte delle applicazioni in home o project studio, le tastiere e i controller USB/MIDI – salvo rarissime eccezioni -  NON richiedono l’installazione di driver in quanto di tipo class compliant e realmente “plug-n-play”, ovvero riconosciute automaticamente dal sistema operativo e spesso anche dal software appena li si collega alla porta USB del computer. Per ulteriori informazioni in merito all’interfacciamento USB vi rimando ad un mio articolo dedicato a questo standard di comunicazione tra computer e periferiche: clicca qui, mentre per approfondimenti e delucidazioni in merito ai collegamenti, alle porte e alle reti MIDI consultate questo mio articolo raggiungibile cliccando qui. Dicevo riconosciute anche dai software stessi che ne abiliteranno automaticamente le porte I/O rendendo le tastiere praticamente pronte all’uso, già assegnate per inviare alle tracce MIDI o Instrument quanto generato dai controlli in esse disponibili. Nel dettaglio delle configurazioni avanzate ci addentreremo via via, durante questi miei speciali/tutorial dedicati alle tastiere e MIDI controller in studio di registrazione. Per ora, mi limiterò a illustravi alcuni esempi di reti MIDI, dalla più semplice e basilare tastiera MIDI USB collegata al computer per suonare gli strumenti virtuali alle più articolate esigenze di interfacciamento utili a chi vuole espandere il proprio parco macchine hardware, con sintetizzatori, drum machine e hardware vari di tipo stand-alone, cioè esterni al computer ma da questo controllati.

FOTO GALLERY ED ESEMPI DI COLLEGAMENTI MIDI

Click to enlarge image aa-diagramma-midi-2016-alar-recording-studio.jpg

Giugno 2016: Il diagramma dei collegamenti MIDI all'Alar's Recording Studio

 

Quando nel nostro set-up abbiamo una sola tastiera MIDI USB e nessun altro strumento MIDI esterno, cioè lavoriamo esclusivamente con strumenti virtuali (synth, sampler, drum machine) ITB, non dovremo preoccuparci di nulla se non di collegarla via USB al nostro computer. ITB è acronimo di “In The Box”, un termine gergale utilizzato nella produzione musicale per indicare l’utilizzo di soli strumenti virtuali, processori ed effetti presenti all’interno del computer. Se per caso possedessimo una vecchia tastiera MIDI non dotata di porta USB, dovremmo invece collegarla al computer interponendo un’interfaccia USB/MIDI. Il collegamento sarà dal MIDI OUT della tastiera al MIDI IN dell’interfaccia a sua volta collegata via USB al computer.

 

Impiegando invece una tastiera MIDI dotata di suoni al suo interno, ad esempio un sintetizzatore come Korg Triton Taktile (clicca per info), un microKorg (clicca per info), Kross (clicca per info), Nord Lead A1 (clicca per info), una Studiologic Numa (clicca per info)Stage, Concert, o Compact, e oltre a suonare i virtual instrument del nostro computer volessimo usare i suoni integrati nello strumento dovremo collegare e configurare il tutto come segue. Prima di tutto si deve applicare l’impostazione Local Off, solitamente disponibile tra i parametri MIDI nel menù Global degli strumenti, la quale fa si che la tastiera si scolleghi dal motore sonoro integrato per inviare esclusivamente dati di nota MIDI tramite l’uscita MIDI DIN, o la porta USB. Collegheremo poi la tastiera al computer come visto in precedenza, cioè direttamente se dispone della porta USB/MIDI, oppure a mezzo di un’interfaccia se offre solo un MIDI OUT fisico. A questo punto possiamo usare la tastiera per suonare gli strumenti virtuali sul computer, per registrare eventi MIDI nel nostro software DAW: Cubase, Live, Pro Tools, Logic Pro, Sonar, Reason, Bitwig, e così via… Per suonare il motore sonoro integrato nello strumento dovremo effettuare anche il collegamento inverso, cioè fare in modo che i dati MIDI una volta disponibili nel software su computer ritornino allo strumento collegando la porta MIDI OUT del nostro computer allo strumento stesso. Questa porta MIDI OUT del computer sarà virtuale se siamo collegati in USB, oppure fisica, in formato DIN, se usiamo un’interfaccia che andrà collegata al MIDI IN dello strumento. Nel software dovremo naturalmente configurare come porta MIDI OUT della traccia quella (virtuale o fisica) che invia i dati MIDI allo strumento esterno. Non è finita qui però, perché fino ad ora abbiamo visto SOLO i collegamenti per la trasmissioni di dati di controllo MIDI, dovremo effettuare il collegamento audio per sentire i suoni generati dal sintetizzatore a tastiera. Per approfondimenti e delucidazioni in merito ai collegamenti, alle porte e alle reti MIDI consultate questo mio articolo raggiungibile cliccando qui.

Scopri i nostri Corsi di Computer Music, Produzione Musicale e DJing: clicca qui

Consulta tutti i nostri tutorial dedicati al MIDI: clicca qui

Cerchi un MIDI Controller? Consulta i cataloghiAKAI PRO - ALESIS - KORG - ROLI

CONCLUSIONI

Al giorno d’oggi la strumentazione professionale è nelle mani di tutti, difficilmente questi “tutti” prendono in mano un manuale e tanto meno hanno la voglia di studiarsi il protocollo MIDI o scendere nel dettaglio delle funzioni dello strumento. Questa limitata conoscenza del mezzo porta, sin dalla fase di acquisto ad errare e scegliere prodotti non consoni, oppure che una volta utilizzati deludono le aspettative dell’acquirente: un po’ come usare l’automobile senza conoscere il codice della strada e senza sapere a cosa serve l’acceleratore… Grazie ad Internet la possibilità di informarsi è infinita, così com’è semplice imbattersi in esperti nelle ricerche su “Google” e del “taglia e incolla facile” anziché in veri e propri utilizzatori e conoscitori reali della materia di cui parlano. L’obbiettivo di queste mie guide è quello di instradare, di fornire spunti reali con associazioni pratiche sulla base dei miei 20 anni di pratica MIDI, che vi invito a provare direttamente. Rendervi in sostanza più semplice l’accrescimento tecnico pratico, cosa che quando cominciai io ad avvicinarmi al MIDI non era certo semplice. Tutto sulla carta sembra perfetto, sembra semplice, ma le variabili del mondo pratico solo l’esperienza ce le insegna e Internet ci permette di condividerle.      

Scopri i nostri Corsi di Computer Music, Produzione Musicale e DJing: clicca qui

Consulta tutti i nostri tutorial dedicati al MIDI: clicca qui

Cerchi un MIDI Controller? Consulta i cataloghiAKAI PRO - ALESIS - KORG - ROLI

 

APPROFONDIMENTI CONSIGLIATI

Lo standard USB in campo audio e MIDI: clicca qui  

I device iOS in campo musicale: clicca qui

Tutti i nostri Tutorial e articoli dedicati al MIDI: clicca qui

Novità e Recensioni sui MIDI Controller: clicca qui

 

I CORSI DELL'ALAR’S RECORDING STUDIO DI SIMONAZZI FEDERICO

Federico Simonazzi nel Corso di Computer Music presso Università Politecnica delle Marche, Ancona

Per info sul nostro Corso Base di Mixaggio per DJ: clicca qui

Pubblicato in: Tutorial, Tips & Tricks

4 commenti

  • Enzo Perondi Pisa

    inviato da Enzo Perondi Pisa

    Venerdì, 31 Maggio 2019 06:29

    Vorrei conoscere come posso collegare una tastiera muta USB M -Audio es 88 ad un computer, dove scaricare una libreria suoni, per poter suonare la tstiera in diretta, poiche' non ho necessita' di registrare nessun brano

    Vi Ringrazio

    Rapporto
  • Beppe Bettini

    inviato da Beppe Bettini

    Martedì, 07 Agosto 2018 07:12

    Salve sono Beppe da Modena. sto tentando manuali alla mano di fare suonare un motif es8 con una master roland A.37; l'obbiettivo è pilotare il modulo sonoro della motif con i comandi della master roland e intanto permettere al motif di suonare autonomamente.Il tutto per evitare di portare in live pc e accessori vari che a sessant'anni mi rendono la vita inutilmente complicata. tutte e due le tastiere hanno i MIDI din. Sulla carta pare tutto ampiamente possibile , ma non riesco a "scollegare" le due tastiere....cioè sia che io comandi di cambiare suono con la master che con il motif le due tastiere cambiano suono ma tutte e due assieme mentre il mio target è di fare suonare ad ognuna uno strumento diverso..Puoi aiutarmi? Grazie mille in anticipo

    Rapporto
  • Maurizio

    inviato da Maurizio

    Giovedì, 08 Febbraio 2018 21:14

    Buongiorno. Complimenti x la completezza delle informazioni e la professionalità.
    Non ho altra scelta che collegare delle tastiere economiche moderne con un'apparecchiatura che ha solo le vecchie prese Midi. Le tastiere escono solo con Usb maschio (si dice così?). Esiste un cavo, o altro sistema per farli dialogare?
    Grazie mille
    Maurizio

    Rapporto
  • Gigi

    inviato da Gigi

    Sabato, 26 Marzo 2016 20:27

    Ciao e Buona Pasqua. Ho installato una tastiera midi - Roland JV-30 - collegata ad un campionatore Akai S3000XL che a sua volta ho collegato al PC. Per comporre uso il sistema Cubase ma, una volta attaccato il tutto, non so bene cosa fare per sentire i suoni dell'Akai e soprattutto per registrarli su Cubase. Cosa debbo fare? Grazie a chi vorrà darmi una mano. Gigi.

    Rapporto

Lascia un commento

Per info e domande su questo articolo: NON telefonare, NON inviare e-mail. Usa il campo commenti a seguire.



Articoli correlati (da tag)

Amazon Music

LOOP, SAMPLES & PLUG-IN

Segui il Titolare su LinkedIn

linkedin-federico-simonazzi-alar

SEGUICI SU FACEBOOK

DAL NOSTRO YOUTUBE

Strumenti per DJ e Producer

adv akai professional midi controller eko

Vai all'inizio della pagina

Copyright 1999-2020. All Rights Reserved, Tutti i Diritti Riservati.

Alar's Recording Studio di Simonazzi Federico - Parma - Italy - P.IVA 02115850345

Professionista di cui alla Legge n°4 del 14 gennaio 2013 pubblicata nella GU del 26/01/2013

Produzione/Informazione/Insegnamento in ambito musicale

Our Mission: To spread new technologies in DJs and Musicians Wor(l)ds

Tel/Fax +39 0521258446 - e-mail: studio@alarmusic.com - Web Site: http://www.alarmusic.com

www.corsidj.com - www.corsoabletonlive.com - www.studiodiregistrazione.info - www.studiodiregistrazione.pro

Il materiale presente in questo sito non può essere copiato, duplicato, venduto, o utilizzato in altri documenti, prodotti, ecc.

This material may not be sold, duplicated on other websites, incorporated in commercial documents or products, or used for promotional purposes.

Nel nostro sito troverai annunci pubblicitari e/o link pubblicati da terzi, con i quali NON abbiamo nessun rapporto di partnership diretta e/o controllo sugli annunci pubblicati.

Pertanto, quando accedi a siti esterni tramite link, o banner qui pubblicati, noi NON siamo responsabili del contenuto e/o dei servizi, o prodotti da essi offerti.

Per ulteriori informazioni consulta

Privacy Policy

Cookie Policy