UNIVERSAL AUDIO 4-710d - PREAMP, COMPRESSORE, CONVERTITORE A/D

uad4710dL’Universal Audio 4-710d è una macchina molto utile in studio di registrazione. Al suo interno si uniscono 4 preamplificatori a sonorità variabile tra stato solido e valvolare, 4 processori di dinamica indipendenti e un convertitore analogico/digitale 24-bit/192kHz ad 8 canali. Oltre ai 4 canali sui quali sono presenti pre-amp e compressore, nel 4-710d vi sono 4 ulteriori ingressi analogici (5, 6, 7 e 8) bilanciati su connettori Jack TRS da ¼” indirizzati direttamente al convertitore A/D integrato, che a sua volta li indirizza separatamente all’uscita ADAT o AES/EBU. Pertanto, collegando l’unità tramite le uscite digitali (ADAT o AES/EBU) gli 8 ingressi analogici disponibili in totale (4 preamplificati e 4 line) saranno usufruibili separatamente (uno ad uno) nei vostri sistemi di registrazione digitale.

 

I collegamenti adottati all’Alar’s Recording Studio (dove è stato utilizzato fino al 2013) sono i seguenti:

-          I primi 4 ingressi mic del 4-710d ricevono il segnale dalla patchbay Neutrik

-          I primi 4 ingressi line sono collegati ad un pannello auto-costruito con combo Neutrik

-          Chitarristi e bassisti potranno connettersi direttamente agli in Hi-z nel pannello frontale

-          Gli ingressi line dal 5 all’8 del 4-710d ospitano le uscite dalla 5 alla 8 del preamp 8110

-          L’uscita ADAT del 4-710d è collegata all’ingresso ADAT della Digidesign 192

-          La Digidesign 192 invia il word clock al 4-710d mediante apposito cavo con connettori BNC

-          Il clock del 4-710d è pertanto impostato su W/C (potenziometro Sample Rate)

 

 

I 4 CANALI TWIN-FINITY 710

Per quanto riguarda i 4 canali preamplificati ognuno offre un ampio VU meter retroilluminato che grazie ad uno switch dedicato consente la visualizzazione del livello del segnale drive, di quello in uscita, oppure del gain-reduction. La posizione “Drive” consente di avere un riscontro visivo del segnale in ingresso post Gain, ossia dopo l’intervento del potenziometro Gain, prima però che il segnale venga affetto dall’intervento dei parametri/potenziometri “Blend” e “Level”. Quando il meter è impostato su “Out”, lo "0" corrisponde a +4dBu inviati all’uscita analogica e a -16 dBFS in ingresso al convertitore A/D. I pre sono i Twin-Finity 710, apprezzati da numerosi addetti ai lavori per la versatilità sonora offerta dalla fusione dei due mondi valvolare e stato solido. Proprio a questo scopo sono dedicati i potenziometri “Tube/Trans” (definiti “Blend”) disposti su ognuno dei 4 pre, i quali permettono di miscelare in modo continuo l’intervento dei due caratteri passando dal 100% stato solido (potenziometro ruotato tutto verso sinistra) al 100% valvolare (potenziometro ruotato completamente verso destra). Da segnalare che i due circuiti sono perfettamente allineati in fase tra di loro. Per quanto riguarda le valvole, scoperchiando il 4-710d possiamo vedere le due valvole 12AX7 a doppio triodo, che forniscono il caratteristico sound per i 4 canali. Vi sono poi 8 switch dedicati rispettivamente all’attivazione/disattivazione dell’alimentazione Phantom (+48v) per microfoni a condensatore, all’attenuazione di -15dB (pad), alla selezione dell’ingresso tra mic e line, all’inversione di fase, al taglio delle frequenze basse (con roll-off a 75Hz), all’impostazione del sopradescritto VU meter, all’attivazione del circuito insert e all’attivazione del compressore. Una cosa importante da segnalare relativamente agli ingressi dei primi 4 canali preamplificati è che il collegamento di uno strumento ad uno degli ingressi Jack Hi-z (chitarre, o bassi elettrici) posti nel pannello frontale del 4-710d annullerà le impostazioni dello switch mic/line. La sorgente trattata dal canale diventerà pertanto in automatico quella collegata all’ingresso Hi-z.

 

universal audio 4-710d-particolare

 

4 COMPRESSORI 1176 ANALOG-STYLE

Il compressore in stile 1176 ha valori di Ratio e Threshold impostati di fabbrica rispettivamente a 4:1 e 10dBu ed interviene dopo il pre, su ognuno dei primi 4 canali. Può essere disabilitato all’occorrenza, oppure attivato in due differenti modalità, che ne variano sostanzialmente l’intervento sul segnale: FAST, che vede un tempo di attacco pari a 0.3ms e un rilascio di 100ms, e SLOW, con attacco a 2.0ms e rilascio a 1100ms. I compressori montati nel 4-710d sono di tipo true-bypass, quindi una volta disabilitati non influiranno sul segnale dei pre.

 

CONNESSIONI ANALOGICHE

Ognuno dei primi 4 canali dotati di pre e compressore dispone di ingressi analogici Mic in formato XLR, di un altro ingresso XLR per sorgenti di tipo line, di un Jack da ¼” per sorgenti Hi-z e di un’uscita analogica formato XLR utile nel caso in cui si volesse utilizzare il 4-710d come “semplice” preamplificatore analogico, ossia senza lo stadio di conversione A/D. In più, ognuno di questi 4 canali ospita un’uscita “Send” e un ingresso “Return” entrambi bilanciati su connettori Jack da ¼” di tipo TRS. L’utilità di questi ultimi due connettori è ben chiara ai professionisti del campo audio, dato che potranno essere impiegati per collegare eventuali processori di segnale esterni in insert sui 4 canali preamplificati. Chiudono la dotazione di connessioni analogiche i 4 ingressi Jack bilanciati da ¼” dedicati alla conversione A/D dei canali 5, 6, 7 e 8. Su questi ultimi 4 canali non avremo alcun tipo di intervento, ma solo conversione in digitale con l’eventuale Limiter (se applicato).

 

 

universal audio 4-710 rear

 

VERSO LO STADIO DI CONVERSIONE A/D

Sulla destra del rack troviamo 8 led meter di picco a due segmenti (uno per canale) che indicano il livello del segnale convertito in digitale. Il primo led s’illumina di verde quando il segnale audio è compreso tra i -37 dBFS e i -6 dBFS, mentre il led superiore quando si illumina di giallo indica che il segnale si trova tra i -6 e -1 dBFS, quando è invece colorato di rosso indica il superamento del -1 dBFS. Lo switch “Limit 1-8” che troviamo nella parte destra del rack serve per attivare/disattivare il limiter integrato operante prima dello stadio di conversione da analogico a digitale su tutti gli 8 canali indistintamente. Questo limiter analogico ha dei parametri settati di fabbrica: la soglia a 17dBu (pari a circa -3dBFS), un ratio infinito, attacco a 0.075ms e rilascio a 100ms. Nonostante questo limiter operi per prevenire eventuali clip in fase di conversione A/D, non è da intendersi come un limiter di tipo “brick wall”, pertanto prestiamo comunque attenzione quando operiamo con segnali molto elevati e/o con escursioni di picco eccessive affinché non si verifichino clip.

 

COLLEGAMENTI AUDIO DIGITALI

Come detto nell’introduzione di questo articolo, l’Universal Audio 4-710d offre un convertitore A/D integrato ad 8 canali di qualità. I sample rate in cui il convertitore può operare sono 88.2, 96, 176.4 e 192kHz. Le uscite digitali sono disponibili nei due formati più diffusi: AES/EBU, su connettore DB-25, e ADAT su connettore ottico di tipo Tos-Link. Per quanto riguarda l’ADAT, quando si lavora a sample rate come 44.100Hz, o 48kHz entrambe le due uscite presenti nel retro del 4-710d invieranno i segnali provenienti dai canali dall’1 all’8, mentre a sample rate superiori (88.2, 96, 176.4, o 192kHz) verrà impiegato lo standard di collegamento S/MUX™ (Sample Multiplexing). In quest’ultimo caso, con sample Rate di 88.2, o 96kHz la porta ADAT 1 invierà in uscita i canali dall’1 al 4, mentre la ADAT 2 quelli dal 5 all’8. Con il sample rate impostato a 176.4, o 192kHz la porta ADAT 1 invierà in uscita i canali 1 e 2, e la porta ADAT 2 quelli 3 e 4. Per l’AES/EBU invece, l’uscita supporta il “Single Wire” a tutti i sample rate disponibili, mentre non supporta il “Dual Wire” per i sample rate superiori a 96kHz. Ricordo che quando si parla di connessioni digitali si parla di standard, pertanto lo strumento che riceverà in ingresso il segnale proveniente dalle uscite digitali del 4-710d dovrà non solo avere lo stesso tipo di connettore, ma supportare anche il relativo standard. Sottolineo altresì l’importanza della catena di clock nell’interfacciamento digitale tra più periferiche audio, quindi nel caso usufruiste delle uscite digitali dovrete inoltre provvedere al collegamento del word clock e all’impostazione dei relativi settaggi.

 

CONCLUSIONI

L’Universal Audio 4-710d è la soluzione ideale per qualsiasi studio di registrazione alla ricerca di pre-amplificatori microfonici, hi-z e di linea, ma è anche una soluzione pratica, completa e funzionale per tutti quegli studi (home, project, o pro) che sono dotati di una scheda audio con ingressi ADAT, che desiderano aggiungere ulteriori otto canali audio di conversione ad alta qualità al proprio sistema di registrazione. In più, avere 4 canali di preamplificazione Twin-Finity 710, con compressore in stile 1176 è molto utile, specie per chi utilizzerà il 4-710d in addendum alle schede audio, dato che i pre-amp integrati nella maggior parte delle interfacce audio non offrono una grande personalità. Pertanto, uno strumento aggiuntivo come il 4-710d da interporre tra le sorgenti da registrare e gli ingressi della scheda consentirà di dare un tocco di personalità in più alle registrazioni. Senza poi contare le varie opzioni e funzioni aggiuntive, tra le quali dal punto di vista creativo spicca senz’altro il “blending” tra circuito valvolare e stato solido, che al di là delle classiche applicazioni (pre stato solido su mic vavolare, o viceversa) offre tutto ciò che c’è in mezzo tra questi due mondi. Nonostante sia il primo prodotto che Universal Audio produce fuori dai suoi laboratori, il 4-710d non delude le aspettative e al contrario di quanto solitamente accade in prodotti così ricchi di funzioni, il sound è veramente ottimo. L’Universal Audio 4-710d occupa 2 unità rack standard da 19”, pesa circa 5 Kg e ha una profondità di 30,5 cm. Il prezzo di listino si aggira attorno ai 2000 Euro.

 

Link Sito Web Distributore Italiano: http://www.ekomusicgroup.com

Link Produttore: http://www.uaudio.com

 

UNIVERSAL AUDIO 4-710d ALL’ALAR’S RECORDING STUDIO (FINO AL 2013)

alar-recording-studio-from-dx-250Questa apparecchiatura si presta particolarmente nelle registrazione multi-traccia di band, in quanto si aggiunge ai numerosi channel-strip, pre-amplificatori e convertitori di fascia alta, a stato solido e valvolari già presenti nel nostro studio, per un totale di ben 48 ingressi tutti pre-amplificati e con conversione A/D allo stato dell’arte. Inoltre, anche gli allievi dei nostri corsi avanzati potranno esercitarsi su questo strumento in quanto vista la varietà di funzioni e connessioni potranno capire in pratica il funzionamento dei collegamenti analogici e digitali tra differenti apparecchiature, oltre che provare l’unicità del “blending” tra stato solido e valvolare. L’Universal Audio 4-710d si aggiunge alle numerose apparecchiature professionali presenti presso l’Alar’s Recording Studio, che nella lista dei preamplificatori ritrova l’Universal Audio 8110, l’API3124+ e che tra i channel strip analogici può vantare la presenza di una coppia di TubeTech MEC 1A, due Universal Audio 6176, due Millenia Origin STT-1 e due Avalon VT 737 sp.

 

 


3 commenti

  • alarmusic

    inviato da alarmusic

    Venerdì, 21 Febbraio 2014 17:10

    @Antimo,
    Ciao, non deve essere questo a farti dubitare di un prodotto. Sono ormai decenni che si produce praticamente tutto in Cina, in qualsiasi settore, e questo non deve essere per forza sinonimo di "problema". Tutto sta a come si segue la produzione del prodotto in loco, i test, etc..

    Una cosa sono i prodotti OEM poi marchiati, ma in questo caso si tratta di un progetto UA che produrre a mano in America avrebbe costi e tempi esorbitanti, che il mercato non sarebbe in grado di comprendere ed accettare.

    Rapporto
  • Antimo

    inviato da Antimo

    Giovedì, 20 Febbraio 2014 18:25

    la cosa che mi fa dubitare è il fatto che è prodotto in china! fino a che punto è affidabile?

    Rapporto
  • Vincenzo

    inviato da Vincenzo

    Domenica, 12 Agosto 2012 11:38

    volevo ringraizare per questo articolo, perchè mi ha fatto conoscere questo gioellino. è poco che ce l'ho ma devo dire che mi trovo veramente bene, sulle chitarre e sulle voci lavora egregiamente ed anche la covnersione è buona nonostante il prezzo contenuto.

    Rapporto

Lascia un commento

Per info e domande su questo articolo: NON telefonare, NON inviare e-mail. Usa il campo commenti a seguire.



Articoli correlati (da tag)

Amazon Music

LOOP, SAMPLES & PLUG-IN

SEGUICI SU FACEBOOK

DAL NOSTRO YOUTUBE

Strumenti per DJ e Producer

adv akai professional midi controller eko

Vai all'inizio della pagina

Copyright 1999-2020. All Rights Reserved, Tutti i Diritti Riservati.

Alar's Recording Studio di Simonazzi Federico - Parma - Italy - P.IVA 02115850345

Professionista di cui alla Legge n°4 del 14 gennaio 2013 pubblicata nella GU del 26/01/2013

Produzione/Informazione/Insegnamento in ambito musicale

Our Mission: To spread new technologies in DJs and Musicians Wor(l)ds

Tel/Fax +39 0521258446 - e-mail: studio@alarmusic.com - Web Site: http://www.alarmusic.com

www.corsidj.com - www.corsoabletonlive.com - www.studiodiregistrazione.info - www.studiodiregistrazione.pro

Il materiale presente in questo sito non può essere copiato, duplicato, venduto, o utilizzato in altri documenti, prodotti, ecc.

This material may not be sold, duplicated on other websites, incorporated in commercial documents or products, or used for promotional purposes.

Nel nostro sito troverai annunci pubblicitari e/o link pubblicati da terzi, con i quali NON abbiamo nessun rapporto di partnership diretta e/o controllo sugli annunci pubblicati.

Pertanto, quando accedi a siti esterni tramite link, o banner qui pubblicati, noi NON siamo responsabili del contenuto e/o dei servizi, o prodotti da essi offerti.

Per ulteriori informazioni consulta

Privacy Policy

Cookie Policy